Published On: Mar, Lug 1st, 2014

Musiche di Tchaikovsky, Verdi, Offenbach, Puccini e Wagner per i festeggiamenti di NS dell’Orto

Domani martedì 2 luglio, alle ore 21,15  in Piazza Nostra Signora dell’Orto,, in occasione delle celebrazioni di Nostra Signora dell’Orto, l’Associazione Culturale Simon Boccanegra Onlus, in collaborazione con la Diocesi di Chiavari e il Comune  di  Chiavari  offrirà al pubblico un concerto di musica classica e sacra.
Ad eseguirlo  saranno:
– l’Orchestra “Chiavari Classica” diretta dal maestro Francesco Gardella;
– il Coro C. Monteverdi, diretto da Silvano Santagata, con la partecipazione del  Piccolo Coro di Telepace diretto da Nicolò Pagliettini, arricchito dalle  voci soliste di: Elisa Martello soprano, Federica Repetto soprano, Marta Barusso mezzosoprano, Silvano Santagata tenore.

Il programma prevede la prima esecuzione assoluta del brano “L’ Evangelista Luca presenta il Mistero di Maria” (L.c 1) con le musiche inedite di Francesco Gardella, celebri arie tratte dalle grandi opere liriche  e il Concerto per Violino e Orchestra in RE maggiore op. 35 di Pyotr Ilych Tchaikovsky eseguito dal violinista di fama internazionale Andrea Cardinale.

A seguire: “Io son l’umile ancella” di Adriana Lecouvreur, “Coro a bocca chiusa” da Madama Butterfly di Giacomo Puccini, “Mercè, dilette amiche” da I Vespri Siciliani di Giuseppe Verdi, “Barcarolle” da Les contes d’Hofmann di Yacques Offenbach, “Si, mi chiamano Mimì” da La Boheme di Gicomo Puccini, “Coro dei Pellegrini (Tannhauser)  di Richard Wagner, il concerto si concluderà con “La Madonna dei bambini” di G.B Campodonico e la partecipazione del Piccolo Coro di Telepace.
In caso di maltempo il concerto sarà rinviato a venerdì 4 luglio.

La cattedrale di Chiavari, storia

La chiesa fu eretta dopo l’apparizione mariana del 2 luglio 1610 nella zona dove un tempo sorgevano degli orti – da cui deriverebbe la denominazione Madonna dell’Orto. Nel luogo era già presente un’edicola votiva della Madonna con i santi Sebastiano e Rocco, costruito per scongiurare la malattia della peste che afflisse la cittadella nel 1493 e nel 1528.

La prima pietra fu posta il 1º luglio 1613. I lavori di costruzione terminarono vent’anni dopo, nel 1633. L’edificio fu dato in gestione ai Carmelitani Scalzi, i quali dovettero nel 1797 allontanarsi dalla chiesa a causa della soppressione degli ordini religiosi di Napoleone Bonaparte alla proclamazione della Repubblica Ligure. Nel 1892, a seguito dell’istituzione della nuova diocesi di Chiavari, il santuario mariano venne elevato al titolo di cattedrale da papa Leone XIII. A inizio ‘900 si avvia la costruzione delle tre navate. Il pronao neoclassico, ispirato al tempio pagano Pantheon di Roma, è stato realizzato tra il 1841 e il 1907. Il 2 e 3 luglio si svolgono le celebrazioni per l’apparizione mariana.

cattedrale ns dell'orto Chiavari

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Nino Buscemi ha detto:

    Ottimo, dovrei sperare che questa sera ci sia la pioggia. M, al contrario, auguro bel tempo e successo. Complimenti all’Associazione Culturale Simon Boccanegra Onlus che per l’occasione ho saputo che esiste. Grazie anche a Tigulio News
    E dire che per vedere un concerto all’aperto a metà mese devo andare fino a Maastricht. Va beh!
    Nino Buscemi

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>