Published On: Mer, Gen 20th, 2016

Mutui prima casa: crescita nel terzo trimestre in Liguria

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato l’andamento dei mutui prima casa nel terzo trimestre 2015: facendo riferimento al Bollettino Statistico IV del 2015, pubblicato dalla Banca d’Italia nel Gennaio 2016, emerge che in Liguria le famiglie hanno ricercato e sottoscritto offerte di mutuo prima casa per 353,8 milioni di euro.
La Liguria si colloca al 10° posto per totale erogato in Italia, con un’incidenza del 3,29%. Rispetto a quanto emergeva dal Bollettino dello stesso trimestre del 2014 la variazione delle erogazioni in regione è del +100,5%; il valore economico di questo dato è di +177,3 milioni di euro. Nel complesso, negli ultimi 12 mesi, sono stati erogati in Liguria 1.121,0 milioni di euro, che rappresentano il 3,19% del totale erogato in Italia.

Mutui prima casa: Genova in testa

Tra le province liguri che hanno fatto segnalare una crescita importante dei mutui prima casa, quella di Genova è in testa: il capoluogo ha erogato volumi per 204,4 milioni di euro, facendo registrare una variazione del +103,9% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno.
Seguono Imperia, dove sono stati erogati 49,4 milioni di euro di mutui, per una variazione del +194,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, La Spezia ha erogato volumi per 44,5 milioni di euro, con una variazione sul trimestre pari a +69,5%, e Savona dove i volumi erogati sono stati di 55,5 milioni di euro, con una variazione corrispondente a +67,5%.

Le dichiarazione dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa

Dall’analisi emerge che il mercato del credito per le abitazioni continua a dare segnali di ripresa, anche se ancora si è lontani dalla vera e propria ripresa, le erogazioni sono in aumento da un anno e mezzo e superano i 10 miliardi di euro.

Questa crescita è dovuta a differenti motivi molto significativi nel mercato del credito:

  • le manovre promosse dalla BCE per stimolare la ripresa economica e per favorire il sostegno alle famiglie italiane per sostenere l’erogazione del credito e incentivare la ripresa dell’economia;
  • l’offerta degli Istituti di Credito, che è più conveniente grazie alle riduzione degli spread sui mutui prima casa;
  • le nuove possibilità di surroga mutuo, che permettono ai consumatori di accedere al mercato del credito in maniera più tutelata e sicura, risparmiando anche sulle rate dei mutui accesi.

Per il 2016 si prevede una conferma di questa linea di crescita, per i motivi indicati sopra, che continuano a condizionare positivamente il mercato del credito e permettono alle famiglie italiane di aver maggior fiducia nelle proprie finanze e negli Istituti di Credito, provando a realizzare il sogno di acquistare la prima casa.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>