Published On: mar, Dic 4th, 2018

Natale è auto educarsi verso il Bene. Anche con “La luce di un gesto”

“Auto educarsi” non significa che un nuovo hitler possa pensare di essere il miglior uomo sulla Terra… Significa convincersi a tracciare delle linee di demarcazione nette tra bene e male, e seguirle, grazie alle  mappe già tracciate dai pensatori etici e laici (pensiamo a Spinoza, Camus) o da Gesù Cristo, la cui nascita è al centro del ricordo che viene celebrato a Natale.
Anche quest’anno con l’avvicinarsi delle festività natalizie riprende vita il progetto di solidarietà La Luce di un Gesto, che si rivolge sia a realtà locali che si occupano di persone con fragilità sociali sia a una realtà internazionale per sostenere i bambini  rispetto alle loro esigenze sanitarie.

L’iniziativa andrà a sostenere i due Centri di Ascolto cittadini, il Centro Unico di distribuzione alimentare e  l’Associazione Semi di Speranza che si occupano di rispondere ai bisogni primari delle persone in situazione di disagio economico e sociale sul territorio.

Sul fronte della cooperazione internazionale è stato scelto  il progetto dell’Associazione Shanti Shara che si occupa dei bambini Saharawi che vivono nei campi profughi e necessitano di farmaci per patologie neurologiche.

La raccolta è iniziata il 1 dicembre 2018 e si concluderà il 28 febbraio 2019: tante saranno le iniziative che verranno proposte all’interno del periodo per la raccolta dei fondi da parte delle associazioni e delle realtà territoriali che da anni sostengono l’iniziativa.

Per chi volesse sostenere direttamente queste realtà potrà effettuare un versamento sul conto messo a disposizione dell’associazione Baia delle Favole  che si farà garante insieme al Comune di Sestri Levante dell’effettuazione dei bonifici alle realtà sostenute.

Questo è il codice bancario (Iban) su cui effettuare le donazioni: IT40V0617532230000001177880.