Published On: Mar, Feb 14th, 2017

Natura a portata di mano con una vacanza sull’isola d’Elba

Una delle isole del Tirreno più belle e misteriose è l’Elba, piccola perla toscana, non lontana dalle Cinque Terre, bagnata da mare cristallino, dipinta di un verde dal sapere antico, legatissima al Tigullio e alla Liguria di Levante, a causa di un proficuo commercio di vini per mezzo dei leudi a vela latina, terminato da soli 50 anni.

Un’isola ricca di natura e bellissimi spazi, scorci incantevoli, angoli magici che all’alba ed al tramonto si dipingono di sfumature di rosa ed indaco, luoghi dove è ancora possibile osservare volatili difficilmente ammirabili in altri luoghi di Italia.

Una vacanza all’Isola d’Elba diventa anche il momento ideale per fare del birdwatching e non solo.

Da poco in questo angolo di Toscana è stato coniato il termine BAT ovvero Biowatching Arcipelago Toscano, una proposta molto diversa per scoprire e conoscere quello che si muove sull’isola.

Definita “L’Isola delle rondini” Elba da sempre ospita rondini, rondoni, balestrucci e pipistrelli, specie diventate da tempo  protette che però qui con il clima mite e mediterraneo regalato dal Tirreno e dalle colline dell’isola, riescono a riprodursi e a trovare angolo di serenità.

Il tutto è ovviamente possibile anche grazie alla cittadinanza locale sempre molto attenta a non ledere gli equilibri naturali. Stessa cosa la si può dire per i turisti che da tempo ormai hanno imparato a rispettare l’isola ed il suo habitat.

Tra i volatili che ad Elba si notano maggiormente non mancano le rondini, belle, ed eleganti, amiche dei poeti e delle donne, nelle loro migrazioni hanno ripreso a far tappa ad Elba.

Non tutti sanno che le rondini riescono a far 10mila chilometri in volo per arrivare in Africa fanno tappa ristoro sull’isola d’Elba. Le rondini sono dei volatili molto utili infatti la loro presenza fa diminuire il numero degli insetti nocivi e sopratutto abbatte zanzare e mosche, un uccello molto utile.

Persino le rondini scelgono l’isola d’Elba per una vacanza. In realtà le tappe all’Elba di Rondini, Rondoni e Balestrucci è dovuta al fatto che sull’isola non si trovano palazzi ma tutte case di un paio di piani dove gli uccelli possono sostare e nidificare.
Indubbiamente la presenza delle rondini sull’isola è una ulteriore particolarità, chi vuole osservare i voli migratori di rondini ed altri uccelli può indubbiamente pensare di passare un bel week end all’isola d’Elba per conoscere al meglio il progetto BAT e poter conoscere da vicino incantevoli luoghi e paesaggi.