Published On: Lun, Feb 13th, 2017

Nel Tigullio l’industria del mare tiene, con realtà come il Cantiere Mussini

Un faro è il logo scelto dall’ Associazione Concessionari Ormeggi Liguria che si è costituita nel Golfo del Tigullio nel 2012. Essa è aperta a tutti i concessionari di ormeggi di posti barca, nonché a quelle imprese o associazioni sportive che svolgono la loro attività intorno al mondo della nautica da diporto.
Oggi ne fanno parte quasi tutti gli ormeggiatori tra Moneglia e Camogli passando per Sestri Levante, Rapallo, Portofino, Santa Margherita Ligure.
Tra questi, uno dei primi soci è il Cantiere “Giorgio Mussini” di Rapallo, che opera anche a Portofino con posti barca.
“Un simbolo di eccellenza per il comprensorio del Golfo del Tigullio e per tutta la Liguria”, dichiara Angelo Siclari, dirigente di ACO Liguria.
Nei giorni scorsi a Santa Margherita Ligure è avvenuto il varo e la consegna della Paraggina Tender Line, la nuova ammiraglia di casa Mussini. Il proprietario, un imprenditore di Milano, è rimasto affascinato dal progetto a firma dell’arch. sammargheritese Edoardo Tonani, giovane professionista ormai affermato nel campo del design navale. Le caratteristiche dell’unità che presenta scafo e coperta in vetroresina stratificata a mano con gabbia strutturale di rinforzo e paratia prodiera di collisione per unire leggerezza alla necessaria robustezza, sono gli elementi che fanno della Paraggina un natante al top. Lunga 9,98 mt, monta 2 motori Yanmar da 200 CV cadauno, raggiunge circa i 25 nodi.
“Come ACO Liguria siamo molto felici ed orgogliosi -dice il Presidente Siclari- “…di poter vedere come un nostro associato riesca a mantenersi attivo sul mercato della cantieristica navale… Ci auguriamo che si varino norme a tutela delle stesse in modo da garantire a realtà come la “Giorgio Mussini” continui a soddisfare le esigenze della clientela, spesso tenuta lontana dal mercato per colpa di politica fiscali antieconomiche e suicide (vedi curva di Laffer)