Published On: Mar, Mag 23rd, 2017

Nettezza urbana, la Regione indice la nuova gara d’appalto per Rapallo e Zoagli

Comincia a muoversi la situazione della raccolta dei rifiuti a Rapallo e Zoagli, problematica annosa che tra proroghe e costanti disagi ha a lungo tenuto banco sulla cronaca locale. L’annuncio di un nuovo bando di gara era stato dato dall’assessore rapallese Arduino Maini nel corso della seduta di Consiglio Comunale dello scorso 26 aprile, prospettando un termine con aggiudicazione dell’appalto entro la fine della stagione estiva.

Oggi ci giunge dall’ufficio stampa del Comune il seguente comunicato stampa in merito:

La S.U.A.R. (Stazione Unica Appaltante Regionale) della Regione Liguria ha pubblicato il bando di gara per la gestione integrata dei rifiuti e di pulizia territoriale urbana per i Comuni di Rapallo (Comune capofila) e di Zoagli.

La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata a venerdì 14 luglio 2017, alle ore 12. La settimana successiva alla scadenza del bando, verrà nominata la Commissione di gara che procederà all’esame e alla valutazione delle offerte e, quindi, all’aggiudicazione dell’appalto.

«Dopo la nomina della Commissione – sottolinea l’assessore alla Gestione del Ciclo dei Rifiuti, Arduino Maini – Il Comune di Rapallo vigilerà affinché i tempi per l’aggiudicazione dell’appalto siano più stretti possibile».

Scadenza decisamente entro i termini previsti, quindi, per quanto sia d’uopo ricordare che le gare d’appalto sono esposte a numerosi ritardi in caso di ricorsi da parte dei non-assegnatari. Ricordiamo inoltre che il nuovo appalto è stato presentato come una piccola rivoluzione per la nettezza urbana rapallese, con diverse novità nel servizio: raccolta porta a porta per le attività commerciali (bar, ristoranti e negozi), cassonetti della differenziata con apertura tramite tessera individuale, attrezzature mobili per lavaggio e disinfezione marciapiedi, quattro supervisori affiancanti i vigili urbani per contenere e sanzionare l’abbandono di materiali nei pressi dei cassonetti.

L’obiettivo sarà cercare di raggiungere entro un anno il 65% di raccolta differenziata sul territorio comunale, richiesto a norma di legge entro il 2020. A carico della ditta vincitrice dell’appalto dovranno inoltre essere realizzate due centrali interrate per la raccolta dei rifiuti (una piazza delle Nazioni e una in zona funivia), con possibilità aumento a quattro. L’appalto avrà durata di 36 mesi e sarà rinnovabile una sola volta per un periodo equivalente.

La documentazione relativa al bando è reperibile sul sito della Regione Liguria.

pazza