Published On: Ven, Mar 8th, 2013

Nomina scrutatori: scatta indagine della Procura. Documenti acquisiti dalla Polizia

Elezioni politiche 2013RAPALLO. Permane il massimo riserbo sulle indagini e sugli esiti dell’ispezione compiuta ieri mattina dagli agenti della Polizia di Stato all’ufficio elettorale di Piazza delle Nazioni durante la quale sono stati acquisiti gli incartamenti relativi alla nomina degli scrutatori per le consultazioni del 24 e 25 febbraio. La Procura della Repubblica pare determinata a far luce sulla vicenda inizialmente sollevata dalla Consigliere dimissionaria Gloria Barbetta e tramutatasi successivamente in un esposto i cui presentatori rimangono ignoti.

Era il 31 gennaio quando Barbetta, allora membro della commissione elettorale, saltò su tutte le furie per le metodologie adottate dall’Amministrazione sulla nomina dei 150 scrutatori che avrebbero presenziato i seggi cittadini. “Non ho condiviso il fatto che alcuni membri della commissione avevano già un listino pronto di nomi per gli scrutatori – scriveva il giorno seguente nella lettera di dimissioni indirizzata alla stampa ed al Sindaco Costa – e che non è stato scelto il criterio del sorteggio che io ho proposto che avrebbe dato la possibilità di partecipare a tutti i cittadini di Rapallo aventi diritto e iscritti nell’elenco degli scrutatori”.

Per Barbetta si trattava di un un secco no a prassi di politica clientelare in virtù di una scelta democratica tra gli oltre mille rapallesi iscritti all’apposito elenco comunale, ma l’Amministrazione aveva prontamente replicato: “non c’è stato alcun comportamento anomalo. Si tratta di una prassi abituale, come confermatoci dalla Prefettura, che garantisce il giusto mix tra affidabilità ed esperienza”.

E proprio dal palazzo di Largo Lanfranco, sede della Prefettura di Genova interpellata dal Comune per dirimere la questione, giungeva una nota in cui si confermava laconicamente l’ipotesi caldeggiata dall’Amministrazione: “ai sensi della vigente normativa la Commissione Elettorale Comunale non procede al sorteggio degli scrutatori (come prevedeva la norma ora abrogata), bensì alla nomina degli stessi”.

Interviene sul tema anche il Consigliere di “Un’altra Rapallo” Pier Giorgio Brigati che ha presentato, lo scorso 9 febbraio,  un’interpellanza che sarà discussa mercoledì prossimo in sede di Consiglio Comunale“A nostro avviso quanto da Lei affermato (riferito a Gloria Barbetta – nda) ed esposto in merito a foglietti con elenchi precostituiti contraddice il senso stesso di una commissione  ad hoc per la nomina e la selezione degli scrutatori – scrive Brigati nell’interpellanza – una prassi consolidata “negativa” che a mio avviso proponendovi in campagna elettorale come innovativi e innovatori, avreste l’obbligo morale di rivedere radicalmente”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>