Published On: Gio, Gen 9th, 2020

Nuovo ponte autostradale di Genova: già pronti 12 piloni e 300 m. di viadotto

Salini-Impregilo Group invia una nota alla stampa sul varo del 6° impalcato del nuovo ponte autostradale di Genova, che sostituirà il Morandi.
Saranno 18 in totale le pile del ponte, tutte in cemento armato. Finora già 12 sono state completate. I Piloni hanno una sezione ellittica di 3 x 9,5 metri, e sono disposti in campate di 50 metri, tranne che per le tre principali sul Polcevera e sulle linee ferroviarie, che saranno di 100 metri (nel ponte Morandi la campata più ampia era di 210 metri). Il nuovo ponte sarà interamente poggiato sul terreno, senza stralli come il Morandi.

Il cantiere del nuovo ponte di Genova inaugura il 2020 con il varo del sesto impalcato, svoltosi oggi tra le pile 3 e 4 a Ponente, e con il completamento della dodicesima pila sulle 18 totali. Sono così 300 i metri visibili della nuova infrastruttura, realizzata dalla joint venture PERGENOVA composta da Salini Impregilo e Fincantieri Infrastructure, che restituirà a Genova un collegamento nevralgico per il suo porto e per la Liguria.

Sollevato ad un’altezza di circa 48 metri, il nuovo tratto è lungo 50 metri per un peso complessivo di 520 tonnellate, compresi i quattro carter laterali. In parallelo al varo, proseguono senza pausa le operazioni per l’ultimazione di tre ulteriori pile, che come tutte le opere in cemento armato sono realizzate da Salini Impregilo; a terra l’assemblaggio degli impalcati – realizzati negli stabilimenti Fincantieri di Valeggio sul Mincio, Castellammare di Stabia e Sestri Ponente – tra cui quelli delle campate centrali lunghi 100 metri che scavalcheranno il fiume Polcevera.

Il ponte viene costruito con tecnologie volte a renderlo una infrastruttura sostenibile all’avanguardia, grazie ad esempio ai pannelli fotovoltaici che ne garantiranno l’approvvigionamento energetico, e grazie al sistema di monitoraggio continuo della struttura che saranno gestite all’interno di un centro di controllo, sia per la fase di costruzione che per la fase di utilizzo, con il supporto di robot incaricati di realizzare le ispezioni strutturali del ponte e la manutenzione ordinaria.

Quello del nuovo Ponte sul Polcevera è il primo cantiere al mondo totalmente trasparente nella fase di costruzione, con otto webcam attive 24 ore su 24, sette giorni su sette che trasmettono sul sito www.pergenova.com le attività di costruzione. E’ inoltre aperto a tutti Spazio Ponte, la mostra permanente con cui i cittadini possono partecipare virtualmente e che ha registrato circa oltre 11000 visite dalla sua apertura nel mese di ottobre.

INFORMAZIONI SUL COSTRUTTORE
Salini Impregilo è uno dei maggiori global player nel settore delle costruzioni di grandi infrastrutture complesse. Riconosciuto per 5 anni da Engineering News – Record (ENR) come prima società al mondo per la realizzazione di infrastrutture nel settore acqua e dal 2018 nella top ten del settore ambiente, è anche leader nel settore dei trasporti e impegnato nei principali sistemi di mobilità sostenibile (metropolitane e ferrovie). Ha realizzato alcuni dei progetti infrastrutturali più iconici al mondo per ponti, strade e autostrade, edifici civili e industriali, aeroporti. Il Gruppo è l’espressione di 113 anni di esperienza ingegneristica applicata in cinque continenti, con attività̀ di design, engineering e costruzione in quasi 50 paesi, con più di 35.000 dipendenti di oltre 100 nazionalità̀. Firmatario del Global Compact delle Nazioni Unite, persegue obiettivi di sviluppo sostenibile e supporta i clienti su temi strategici quali la produzione di acqua ed energia pulite, la realizzazione di sistemi per la mobilità sostenibile e la costruzione di edifici a basso impatto ambientale. Esprime le sue competenze in progetti quali, ad esempio, le metropolitane Grand Paris Express, Cityringen di Copenaghen, Sydney Metro Northwest in Australia, Red Line North Underground di Doha e Linea 3 Metro di Riyadh; l’espansione del Canale di Panama, la diga di Rogun in Tajikistan, l’Anacostia River Tunnel e il Northeast Boundary Tunnel in Washington D.C.; lo stadio Al Bayt per la coppa del mondo del 2022 in Qatar. Alla fine del 2018 ha registrato un valore complessivo di nuovi ordini di €6 miliardi, con un portafoglio ordini totale di €33,4 miliardi. Salini Impregilo Group ha sede in Italia ed è quotata presso la Borsa di Milano (Borsa Italiana: SAL; Reuters: SALI.MI; Bloomberg: SAL:IM).