Published On: Lun, Nov 23rd, 2015

Oasi aviofaunistica alla foce dell’Entella: arrivati tre adulti di smergo minore

loc Smergo minore
Da Un’altra importante sosta migratoria presso la foce del fiume Entella.
Da alcuni giorni presso la foce del fiume si sono fermati 3 esemplari adulti di smergo minore, una specie  che fa parte del vasto gruppo che comprende cigni, oche e anatre, ma dalla forma completamente diversa, più slanciata ed idrodinamica.

Cresta appuntita, becco sottile dai margini seghettati, segno di un’alimentazione a base di pesci, lungo collo filiforme. Abile cacciatore, lo Smergo minore possiede una grande apertura alare, ed è uno tra gli anatidi più veloci nel volo orizzontale. Molto particolare anche il rituale del corteggiamento: i maschi nuotano in sincronia, alzando la cresta e rivolgendo il becco all’insù.

Uccelli migratori, in Italia compaiono solo in autunno ed inverno, quando dalla Scandinavia vanno verso l’Africa per evitare i freddi climi invernali, ma per poi ritornare in primavera per nidificare.

E ancora una volta il fiume Entella si rivela un porto sicuro e prescelto da quelli che vengono definiti ‘le sentinelle del clima’: i migratori, infatti, con i loro viaggi sono degli ottimi indicatori biologici dei cambiamenti climatici e la loro tutela è importante anche per la vita delle persone.

Deturpare e stravolgere i loro habitat vuol dire mettere seriamente in pericolo la loro sopravvivenza in una fase difficile e rischiosa come la migrazione.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>