Published On: Mar, Feb 12th, 2019

Officina lavagnese candida Guido Stefani a sindaco di Lavagna

Officina Lavagnese presenta come candidato Sindaco Guido Stefani (vedi sotto il curriculum).
L’associazione “Nasce in seguito agli eventi che hanno coinvolto la città di Lavagna nel giugno 2016 e che hanno portato allo scioglimento dell’amministrazione comunale allora in carica e al commissariamento del comune per infiltrazione mafiosa ed intende operare per la ricostruzione della coscienza civica e culturale del tessuto cittadino del comune di Lavagna e dei territori limitrofi. Officina Lavagnese ha un profilo civico, aperto a tutti coloro che si riconoscano nei valori sopra citati, pur contando sul supporto delle forze politiche del centrosinistra lavagnese, Partito Democratico, Partito Comunista Italiano, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Italia in Comune.”

Tutti i soggetti che costituiscono Officina Lavagnese hanno condiviso unanimemente di indicare quale Candidato Sindaco Guido STEFANI, 65 anni, Ingegnere Civile, residente da sempre a Lavagna, persona conosciuta ed apprezzata in città, che per le sue competenze professionali ed amministrative (è stato assessore comunale dal 2009 al 2014, nella giunta guidata da Giuliano Vaccarezza) e per il suo spiccato impegno nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, rappresenta un autorevole e credibile profilo per assumersi la responsabilità della guida della nostra città.

GUIDO STEFANI Nato a Lavagna, il 29/10/1953 e da sempre residente in città. Vedovo, con un figlio, Christian. La moglie, Simonetta Copello, è stata per molti anni insegnante di lingue presso numerose scuole medie e superiori del comprensorio del Tigullio. Il padre e il fratello sono stati apprezzati medici che hanno operato nella nostra città.

Laureato in Ingegneria Civile con specializzazione in Ingegneria Idraulica presso l’Università di Genova nel 1977, ha lavorato come docente di topografia presso Istituti Tecnici di Chiavari, Rapallo e Genova da 1978 al 1980. Dal 1980 fino al 2007 ha ricoperto diversi incarichi in qualità di progettista e di responsabile della progettazione esecutiva presso alcune tra le più importanti società di impiantistica a livello internazionale: Italimpianti S.p.A., Mannesmann Demag, Iritecna, Paul Wurth Italia S.p.A. In questo periodo ha partecipato alla progettazione e alla costruzione di impianti siderurgici e di infrastrutture in Italia (stabilimenti Ilva di Bagnoli e Taranto, viadotti ferroviari delle linee dell’ Alta Velocità sulle tratte di Roma-Napoli e Verona-Venezia) e all’estero (tubificio di Voljski Russia, tubificio di Tianjin Cina, altoforno di Annaba Algeria, impianto siderurgico di Isfahan Iran). Negli ultimi anni di lavoro, sempre per le suddette società, si è occupato di contrattualistica e delle gare d’appalto per l’affidamento dei lavori di costruzione e montaggio degli impianti.

Pensionato, attualmente collabora con società che si occupano di produzione energetica da fonti rinnovabili. Cattolico, da sempre impegnato nella comunità parrocchiale di Santo Stefano, è da diversi anni volontario presso il Centro di Ascolto Caritas di Lavagna.