Published On: Sab, Lug 11th, 2015

Oggi nella chiesa di Francolano si inaugura la via Crucis dipinta da Altmann

Sabato 11 luglio, alle ore 18, presso la chiesa parrocchiale di Nostra Signora della Speranza in Francolano (Casarza Ligure), alla presenza del vescovo diocesano, mons. Alberto Tanasini, avranno luogo la S. Messa e l’inaugurazione della Via Crucis e dell’opera murale raffigurante il battesimo di Gesù realizzate dal pittore Roberto Altmann. Un momento molto atteso dal parroco, don Elio Frigeri, e da tutta la comunità di Francolano.

Nella prima parte dei dipinti di Altmann sono rappresentate la passione e morte di Gesù: le “stazioni” della Via Crucis trasmettono a chi le guarda tutta la drammaticità delle ultime ore di vita di Cristo. La seconda opera, realizzata sulla parete retrostante il fonte battesimale, riproduce invece il battesimo di Gesù nel fiume Giordano per mano di Giovanni il Battista. Questi dipinti, oltre ad abbellire l’edificio sacro, costituiscono un aiuto alla preghiera e alla meditazione dei fedeli e di tutti coloro che fanno visita alla chiesa.

Al termine dell’inaugurazione e della benedizione, il parroco e la comunità di Francolano offriranno a tutti i partecipanti un aperitivo sul sagrato della chiesa di Nostra Signora della Speranza.

ROBERTO ALTMANN nasce nel 1961 a Sestri Levante. Si diploma all’Istituto d’Arte di Chiavari e successivamente frequenta l’Accademia di Belle Arti di Genova, nella scuola di pittura. I primi 10 anni della sua attività mostrano una padronanza tecnica che gli permetterà in seguito di affrontare le ricerche personali con senso critico, aperto a tutto quello che è vera pittura. Nelle opere giovanili si svelano influenze classiche e rinascimentali contaminate dal confronto con le ricerche del ‘900 quali astrazioni, informalità, espressionismo astratto, che lasceranno un segno nelle sue opere successive. 

Dagli anni ’90 Altmann affronta la pittura con la libertà di un viaggio nella storia dell’arte, una forma di citazione continua che non si ispira direttamente alle opere ma alla memoria. Scrivendo del suo lavoro, la rivista olandese “Kunstbeld” parla di “espressionismo rinascimentale”, definendo la pittura di Altmann come un linguaggio che, pur attingendo dal passato, si esprime secondo una sintassi contemporanea. 

Nelle opere recenti si ritrovano lontani influssi e vicini segni della nostra epoca.  Nella mostra che l’Asia Museum di Daejion (Corea del Sud)  ha dedicato all’artista a marzo del 2012, 40 opere anche di grande dimensione danno un vasto panorama dell’attività di Altmann negli ultimi anni e offrono l’immagine di un artista in continuo movimento.

La via Crucis di R. Altmann

La via Crucis di R. Altmann

Una delle stazioni della via Crucis

Una delle stazioni della via Crucis

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>