Published On: Mar, Nov 15th, 2016

Operaio genovese rubava 90 kg. di rame dalla Fincantieri di Riva Trigoso: arrestato

Il rame -come si sa- ha un valore molto alto, e viene molto usato nell’industria, anche in quella navale come la Fincantieri di Riva Trigoso, frazione di Sestri Levante dove Erasmo Piaggio fondò i Cantieri navali a inizi ‘900.
A volte qualche operaio si è “dimenticato” in tasca qualche attrezzo, e così nel tempo sono aumentati i controlli all’uscita. Il caso di oggi è singolare, perché non riguarda un piccolo attrezzo ma ben 90 kg. di rame, che valgono circa 4500 euro (come refurtiva, forse la metà), ma sono alquanto difficili da trasportare e da fare uscire dai cancelli di ingresso. Probabilmente, l’operaio autore del furto, un genovese di 30 anni pregiudicato, ha nascosto il rame in una zona poi raggiungibile dal mare o dalle strade adiacenti al cantiere navale. Ma il personale di sicurezza ha notato l’operazione, allertando subito i carabinieri di Sestri Levante. A quel punto si è atteso che l’operaio recuperasse il rame e lo iniziasse a mettere nel bagagliaio della propria auto, posteggiata vicino allo stabilimento. In quel modo è scattato l’arresto in flagrante.

L’uomo sarà processato per direttissima e al momento è in stato di fermo. Il rame sottratto è stato restituito a Fincantieri.
Si noti che il cantiere di Riva Trigoso, dove si costruiscono navi militari, è soggetto a controlli di sicurezza di tipo militare. Evidentemente, ciò non basta.

Varo a Riva Trigoso

Varo a Riva Trigoso