Published On: Ven, Ott 30th, 2015

Ordinanza del Comune di Chiavari: norme per la popolazione in caso di allerta meteo

Il Comune di Chiavari, insieme all’ordinanza relativa ai comportamenti delle strutture scolastiche, commerciali etc. ini caso di allerta meteo, ha elaborato anche un’ordinanza relativa ai comportamenti individuali in caso di allerta. Ecco la parte normativa:

[Il Comune di Chiavari] …O R D I N A

A tutta la popolazione, si raccomanda in concomitanza dell’attivazione dell’Allerta idrologica/idraulica per piogge diffuse temporali, di livello gialla, arancione e rossa l’osservanza degli avvisi specificatamente emanati e le sottoriportate norme comportamentali che costituiscono misure precauzionali di protezione civile.

In caso di intensa fulminazione:

  1. se si è all’aperto, senza ripari nelle immediate vicinanze, accucciarsi, tenendo i piedi il più uniti possibile e con la testa tra le ginocchia; può essere utile isolarsi dal terreno con qualsiasi materiale isolante a disposizione (es. uno zaino asciutto). Se si è in gruppo, sparpagliarsi per evitare la propagazione di scariche elettriche tra vicini. Non ripararsi sotto gli alberi isolati, specie se alti; il bosco fitto è meno pericoloso, purché si rimanga lontano dai tronchi o dai rami bassi. Liberarsi da qualsiasi oggetto metallico ponendolo ad una certa distanza e cercare di evitare tutte le strutture metalliche, come per esempio i piloni, tettoie aperte, cabine telefoniche;
  1. se si è al mare stare distanti dalle barche e dalla spiaggia perché gli ombrelloni e gli alberi delle imbarcazioni possono attirare i fulmini. Non entrare in contatto con specchi d’acqua (piscine, fiumi). Se si è sorpresi da un temporale quando si è in acqua, tornare subito a riva. Se si è in barca e non è possibile un rapido rientro, rimanere accovacciati evitando il contatto con l’acqua;
  1. se si ha la possibilità, rifugiarsi in macchina, chiudendo bene i finestrini, evitando di toccare le portiere del veicolo. La macchina è una “gabbia di Faraday” per cui il fulmine percorre la superficie dei conduttori scaricandosi nel terreno non toccando tutto quello che c’è all’interno dell’abitacolo;
  2. se si è in casa, chiudere bene le finestre e ricordarsi di staccare tutti i dispositivi elettrici. Poiché i fulmini tendono a seguire i circuiti elettrici, evitare di toccare radio, telefono, computer;
  1. evitare i luoghi ove può formarsi una colonna d’aria calda poiché essa costituisce un buon conduttore elettrico; durante i temporali, pertanto, evitare di accendere fuochi e non sedersi vicino ai camini, anche se spenti.

in caso di Allerta Gialla o comunque in presenza di forti rovesci:

  • porre la massima attenzione all’evolversi dei fenomeni;
  • interrompere immediatamente i lavori in alveo o in adiacenza ai corsi d’acqua e la messa in sicurezza di mezzi e macchinari, compatibilmente con le misure di sicurezza per gli operatori;
  • evitare di stazionare, occupare o pernottare nei locali a piano strada o sottostanti il piano strada o locali inondabili ed in caso di peggioramento dei fenomeni atmosferici o di allagamenti anche limitati, allontanarsi immediatamente dai suddetti locali e non rientrarvi fino alla cessazione dell’evento;
  • non sostare su passerelle e ponti o nei pressi degli argini dei torrenti e nei sottopassi;
  • predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili collocati in locali e/o aree allagabili ;
  • rispettare eventuali restrizioni e limitazioni di transito o uso di aree pubbliche emesse dall’autorità locale riguardanti viabilità e attività in alveo (interdizione d’uso di strade, ponti, passerelle, guadi, sottopassi, etc. ) che hanno lo scopo di salvaguardare da zone ad alta pericolosità specifiche del territorio (es: frane attive, zone depresse in prossimità di piccoli rii/canali, etc.) o facilitare l’eventuale intervento dei soccorsi;

in caso di Allerta Arancione:

  • porre la massima attenzione all’evolversi dei fenomeni;
  • non sostare su passerelle e ponti o nei pressi degli argini dei torrenti e nei sottopassi e non attraversarli in caso di piena;
  • non recarsi nei locali e box sottostanti il piano strada nelle aree basse adiacenti ai corsi d’acqua, con particolare riferimento al Torrente Rupinaro;
  • in caso di peggioramento dei fenomeni atmosferici o di allagamenti porre immediatamente in atto una evacuazione verticale, portandosi ai piani alti degli edifici o in zone alte rispetto ai corsi d’acqua;
  • in ogni caso evitare di attardarsi per salvare beni materiali nelle zone ove si verificano allagamenti anche limitati;

in caso di Allerta Rossa: 

  • tutti i locali ed i box sottostanti il piano strada sono da intendersi come temporaneamente inagibili;
  • qualsiasi attività in corso nei suddetti locali va immediatamente cessata ed i locali immediatamente evacuati;

 

  • tutte le aree adiacenti ai corsi d’acqua sono interdette al transito anche pedonale, con particolare riferimento al Lungo Entella;
  • limitare gli spostamenti, in particolare con veicoli, a quelli strettamente necessari;
  • non tentare di raggiungere la propria destinazione, ma cercare riparo presso lo stabile più vicino e sicuro;
  • astenersi da qualsiasi tentativo messo in atto per assicurare il riparo o il salvataggio di qualunque bene o materiale e trasferirsi e restare in ambiente sicuro;
  • prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità, dalla radio, dalla TV e da tutte le altre fonti di informazione;
  • verificare gli aggiornamenti della situazione evidenziata nei pannelli luminosi (ove presenti) e nella cartellonistica;
  • consultare il sito regionale del Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Liguria (meteoliguria.it – allerta on line);
  • consultare il sito del Comune di Chiavari http://www.comune.chiavari.ge.it/

In corso di esondazione:

  • abbandonare immediatamente i veicoli e porsi al sicuro ai piani alti degli edifici o in zone alte rispetto ai corsi d’acqua;
  • evitare di camminare nelle zone allagate, per il pericolo di tombini mancanti o voragini non visibili;
  • evitare di porre in atto azioni di pulizia o recupero di beni finchè l’evento non è finito;
  • in caso di evacuazione di locali, staccare l’interruttore della corrente e chiudere la valvola del gas, purchè tali dispositivi non siano collocati in locali a piano strada o sottostanti il piano predetto o in locali inondabili.

La Polizia Municipale ha facoltà di chiudere al traffico veicolare e/o pedonale determinate strade o aree per consentire un miglior intervento dei mezzi di soccorso.   In ogni caso:

  • prestare particolare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità;
  • controllare gli aggiornamenti della situazione attraverso gli organi di informazione, i pannelli luminosi comunali ed il sito regionale Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Liguria (www.meteoliguria.it – link previsioni – allerta on line);

A tutti gli Amministratori di Condomini, o in assenza ai singoli proprietari, di installare idonea cartellonistica nei locali, boxes e spazi posti al di sotto del piano stradale, riportanti il numero della presente ordinanza, con la scritta: “Area non sicura in caso di forte pioggia – Non soffermarsi”.

Alluvione di Chiavari, via Entella

Alluvione di Chiavari, via Entella

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>