Published On: Gio, Gen 23rd, 2014

Pannolini lavabili: il LabTer vincitore di un bando regionale

pannolini lavabiliSESTRI LEVANTE. Al via il progetto “Cambio (il) pannolino” vincitore del bando regionale “Mettiamo a dieta la nostra pattumiera”. Il LabTer Tigullio ha vinto il bando con una proposta di promozione dei pannolini lavabili articolata in più punti e con diverse, importanti, collaborazioni. Da una parte ci sarà una comunicazione mirata alla sensibilizzazione delle famiglie, dall’altra la possibilità di sperimentare diversi tipologie di pannolini lavabili tramite una pannolinoteca, un sistema di prestito innovativo per la Liguria ma già ampiamente sperimentato in altre regioni italiane e all’estero. Una terza linea d’azione prevede il lavoro con i nidi comunali e privati, in concerto con il medico pediatrico della ASL4, dott.ssa Antonella Carpi, e la collaborazione con il Distretto Socio Sanitario 16 e la coordinatrice pedagogica dott.ssa Marina Cinieri, perché la scelta delle famiglie di usare i pannolini lavabili possa proseguire anche all’interno di queste strutture, dove già comunque era accolta favorevolmente ma non era sistematizzata.

I Comuni di Casarza Ligure, Lavagna, Leivi, Moneglia e Sestri Levante, cofinanziatori del progetto, si faranno quindi promotori presso le proprie famiglie dell’uso dei pannolini lavabili e della possibilità di prenderli in prestito per provare la tipologia più adatta a ciascun bambino/famiglia. Al prestito potrà iscriversi ogni cittadino ligure interessato ma i residenti nei comuni cofinanziatori avranno la precedenza anche se il LabTer cercherà di fare in modo che tutti coloro che si prenoteranno possano avere accesso al prestito.
La pannolinoteca del progetto “Cambio il pannolino” avrà sede presso il LabTer Tigullio, in Salita alla Penisola 35 a Sestri Levante; su appuntamento le famiglie potranno ricevere una consulenza personalizzata durante la quale potranno vedere e toccare con mano le tantissime tipologie di pannolini lavabili (All-in-One, All-in-2, pocket, fitted, ciripà) e decidere quali testare a casa, con il proprio bambino, per due settimane, al termine delle quali il kit prestato sarà restituito.

Le indicazioni comunitarie in tema di rifiuti puntano soprattutto sulla prevenzione della produzione dei rifiuti, l’unico sistema ormai ritenuto efficace per affrontare il problema alla radice. E’ stato calcolato che i bambini all’età di 3 anni hanno già prodotto una tonnellata di rifiuti costituita da circa 6000 pannolini usati che resteranno nell’ambiente anche fino a 500 anni e che sono costati in media 150-180 euro per il solo smaltimento senza contare i costi di trasporto e gestione fino alla discarica e senza contare l’impatto ambientale della loro produzione e distribuzione. La tendenza, che già si sta verificando in molti paesi europei, è di sostituirli con i pannolini lavabili, più ecologici, più economici ed infine anche più sani, come dimostrano molti studi clinici autorevoli.

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. marco forno ha detto:

    Buon giono come accedere al servizio pannolini in pannolinoteca? 3298871738

  2. Damiano ha detto:

    Sono ottimi per la salute del portafoglio… anche perchè la tassa sui rifiuti chi la paga poi? Sempre noi!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>