Published On: Lun, Mar 26th, 2012

Paolo Bertuccio: a Chiavari oltre 4000 case sfitte. Diversificare l’economia

Chiavari è una città mazziniana per eccellenza“, dichiara Paolo Bertuccio, commercialista stimato in città, da poco entrato in pensione e segretario del Partito repubblicano ligure, candidato per la lista Piombo-Chiavari nel cuore, che appoggia la candidatura a sindaco di Roberto Levaggi.
Peccato che si sia ricordata poco e male la figura di Mazzini in Liguria“, aggiunge Paolo Bertuccio: “Servirebbe a far capire ai cittadini che una comunità cresce e si sviluppa soltanto puntando sulla libertà del mercato e non sulla speculazione e sul dirigismo di partiti e istituzioni“.

Il riferimento è all’operato del sindaco Agostino?
Il sindaco uscente ha puntato sul cemento, sbagliando tutto. Non siamo nella situazione degli anni ’90: le case non si vendono più nemmeno in Liguria. Puntare su una mega speculazione nelle aree Lames o sulla Colmata a mare non aveva senso prima. Figuriamoci adesso… I numeri poi parlando chiaro.”

Sono dati ufficiali?
Certo, secondo l’Anci a Chiavari su 27.815 abitanti nel 2010 c’erano 17.745 unità abitative, mentre le famiglie residenti erano 13.733.
Quindi ci sono oltre 4000 case disabitate o sfitte. Non credo che si tratti di seconde case, le quali al massimo saranno un migliaio.
Che senso ha proporre altri nuovi appartamenti a un mercato già esangue? Avrebbe un effetto depressivo anzicché positivo per l’economia. Molto meglio puntare su progetti che siano utili alla città: per il Fronte mare, funzionerebbe bene la Città dello Sport, che porterebbe a Chiavari un’offerta per turisti e residenti, nonché un indotto e degli spazi commerciali notevoli.

Le aree Lames sono quindi destinate alla decadenza?
Niente affatto. Sicuramente si deve pensare a qualcosa di diverso dalla costruzione di un grattacielo. Alcuni appartamenti vanno anche bene, ma sono convinto che mantenere un presidio produttivo nella città sia utile per la filiera del commercio, che è il primo motore dell’economia cittadina. Se c’è lavoro per operai e impiegati, ci sarà lavoro per i commercianti, e la città non invecchierà. La diversificazione è utile anche al turismo ed evita che le amministrazioni si riducano ad essere un mega Servizio sociale per anziani. Serve più dinamismo nello sviluppo di un piano per la città.

Lo ha trovato nella lista Piombo-Chiavari nel cuore?
E’ la lista che presenta i candidati migliori, e ha il sostegno di imprenditori locali e di grandi multinazionali, persone che hanno chiara la percezione di cosa sia meglio per lo sviluppo della città dove risiedono. Ma non è solo una lista di élite: è una lista popolare che sorprenderà tutti, alle elezioni, e io sarò lieto di dare il mio contributo, forte del mio lavoro professionale e politico.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>