Published On: Sab, Feb 8th, 2014

Paolo Donadoni candidato Sindaco di S. Margherita Ligure

Formalizzata la prima candidatura alla carica di prossimo sindaco della città di Santa Margherita ligure, quella dell’avvocato Paolo Donadoni, specializzato in bioetica (ma si occupa anche di Pubblica Amministrazione, e un vero appassionato di cultura (Vedi immagine da lui selezionata sulla sua pagina Fbook. Donadoni è anche un autore testi: vedere parte delle sue pubblicazioni infra).
bambino che leggeLa sua candidatura dovrebbe essere legata a una scelta civica. Su Facebook ha scritto “Cari amici, vi comunico la mia scelta di partecipare alle prossime elezioni cittadine quale candidato Sindaco, con un gruppo nuovo composto di amici, in gran parte giovani, professionalmente competenti nei diversi settori della pubblica amministrazione, di temperamento moderato e aperti al dialogo”.
Il che appunto indica la volontà di fare una scelta di campo indipendente, con possibili sviluppi di alleanze nel seguito della campagna elettorale. Di seguito il suo Comunicato ufficiale.

COMUNICATO

È con la gioia e con l’entusiasmo di chi sta per intraprendere una nuova avventura che ufficializzo la mia candidatura alle prossime elezioni amministrative.

Mi accingo a entrare in un ambito per me nuovo con l’umiltà richiesta dai problemi sociali ed economici della città, e, nel contempo, con senso di responsabilità per la stima e la fiducia che mi sono state da più parti manifestate. In questa scelta mi rafforza la certezza che al mio fianco non avrò solo collaboratori, ma amici, insieme ai quali proporre un progetto serio e concreto di sviluppo per S. Margherita Ligure.

Ai miei concittadini sarò felice di presentare una squadra in gran parte composta da persone nuove al mondo politico, giovani, professionalmente competenti nei diversi settori della pubblica amministrazione, di temperamento moderato e aperte al dialogo con le forze sociali, capaci innanzitutto di vivere la politica con quei toni pacati e quella serenità che le devono essere propri.

Insieme a loro desidero mettere in gioco sia l’esperienza concreta che ho maturato nelle associazioni di volontariato, e in quelle sportive e culturali, sia il sogno di una città che riesca definitivamente a riaprirsi al turismo internazionale, anche durante la stagione invernale (usufruendo delle potenzialità della comunicazione on-line, adeguandosi agli strumenti del mondo attuale), valorizzando le enormi risorse ambientali e culturali di cui disponiamo, in coordinamento con albergatori, commercianti ed artigiani.

La città in cui il turista desidera soggiornare è quella in cui il cittadino vive bene. Ritengo quindi una priorità  tutelare la residenzialità con interventi concreti, anche di attenta gestione dell’ordinaria manutenzione e di sgravio fiscale. Massimo impegno al settore dei Servizi Sociali: focalizzando l’attenzione sul sostegno alle famiglie e sulle problematiche connesse alla terza età, adottando una politica premiale nei confronti delle realtà che operano in questo settore.

La linea di condotta sarà l’apertura al dialogo e al confronto, affinché tutte le componenti della città possano dare il loro contributo. Non intendiamo rinfacciare a nessuno ciò che ha fatto o non ha fatto in passato. Noi guardiamo al presente e ci impegniamo per costruire il futuro, con rispetto verso coloro che, pur essendo avversari durante il frangente della campagna elettorale, potranno essere – successivamente – risorse a beneficio della collettività.

I componenti della squadra saranno ufficializzati nel corso delle prossime settimane insieme al nome della lista, al simbolo e agli obiettivi amministrativi in forza dei quali chiederemo, ai cittadini di Santa Margherita Ligure, la loro fiducia e il loro appoggio.

CURRICULUM

Paolo Donadoni, 38 anni (nato a S. Margherita Ligure il 25 luglio 1975).

Avvocato con studio legale in S. Margherita Ligure.

Frequentazione del corso di specializzazione in bioetica all’Università del S. Cuore di Roma.

Dottore di ricerca in Bioetica all’Università di Genova (con all’attivo numerose pubblicazioni scientifiche, tra cui note e saggi in tema di diritto civile e bioetica, ed è coautore di una monografia di bioetica; in questo frangente sta ultimando la curatela di due antologie di biodiritto).

Di recente ha avuto esperienza – prima – in campo sociale, quale Presidente della Onlus Il melograno, e – poi – in ambito culturale, quale Presidente del Coro Voci d’Alpe.

Autore di testi letterari e canti per coro. Appassionato di arte, musica e letteratura.

Biografia,
Nato a S. Margherita Ligure, laureato all’Università degli Studi di Genova, Specializzato in Bioetica all’Università Cattolica Sacro Cuore di Roma, iscritto all’Albo degli Avvocati del Tribunale di Chiavari, Dottore di ricerca in Bioetica presso l’Università degli Studi di Genova. Ha pubblicato con Rosangela Barcaro e Paolo Becchi il volume monografico Prospettive bioetiche di fine vita. La morte cerebrale e la donazione degli organi (Milano, Franco Angeli, 2008), nonchè saggi e note in volumi collettanei e su riviste giuridiche (Materiali per una storia della cultura giuridica, Ragion pratica, Giustizia civile, Politica del diritto, Famiglia oggi, Nuova Giurisprudenza Ligure, La responsabilità civile, Immobili & Diritto, etc.) su temi di bioetica e diritto civile.

Alcune Pubblicazioni:

Notazioni minime ed estravaganti sul danno non patrimoniale “interspecifico” per l’uccisione dell’animale d’affezione, in “Politica del diritto”, Bologna, Il mulino, 2011, in corso di pubblicazione.

I danni arrecati alla casalinga, in P. Cendon, a cura di, Trattato breve dei nuovi danni, Padova, Cedam, 2011, in corso di pubblicazione.

La riproduzione artificiale, in P. Cendon, a cura di, Trattato breve dei nuovi danni, Padova, Cedam, 2011, in corso di pubblicazione.

Una nuova frontiera per la corte di cassazione: il danno non patrimoniale “interspecifico” (parte II), in “La nuova giurisprudenza civile commentata”, Padova, Cedam, 2010, n. 12, pp. 633-643.

Una nuova frontiera per la corte di cassazione: il danno non patrimoniale “interspecifico” (parte I), in “La nuova giurisprudenza civile commentata”, Padova, Cedam, 2010, n. 11, pp. 575-591.

Animali di affezione: risarcibilità del danno c.d. «interspecifico», in “Nuova giurisprudenza ligure”, Genova, De Ferrari, 2010, n. 2, pp. 35-40.

E’ risarcibile il danno interspecifico?, in “La responsabilità civile”, Torino, Utet, 2010, n. 11, pp. 779-783.

Nascita e gestazione per conto terzi, in P. Cendon, a cura di, Il risarcimento del danno non patrimoniale, Torino Utet, 2009, vol. II, pp. 1689-1697.

La responsabilità civile nella P.A. tra onere di custodia e c.d. “insidia o trabocchetto” – parte seconda e terza, in “Contratto e Impresa”, Padova, Cedam, 2008.

Famiglia e danno interspecifici?, in “Materiali per una storia della cultura giuridica”, Bologna, Il Mulino, n. 2, 2008.(…)
paolo donadoni (ok)

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>