Published On: Gio, Nov 5th, 2015

Partecip@ttiva: Chiavari città a misura d’uomo, anche grazie alle biciclette

Ecco un comunicato di Partecip@ttiva Chiavari -che col consigliere Giorgio Canepa- continua a proporre una maggiore attenzione all’uso della bici nel centro storico della città.

“L’ uso delle due ruote (biciclette e moto) come mezzo per spostarsi a Chiavari si sta sempre di più diffondendo, sia con obiettivi di risparmio che sicuramente perché i Cittadini stanno acquisendo sempre più consapevolezza nella corretta gestione dell’ ambiente.
Tutti coloro che Partecip@ttiva ha incontrato in questi anni, per strada e agli incontri pubblici organizzati, lo hanno affermato con insistenza. E i turisti che si sono fermati a parlare con noi, si sono detti stupiti che a Chiavari nessuna Amministrazione li abbia realizzati, dal momento che in molte altre Città turistiche ne hanno visto bellissimi esempi.
Se pensiamo poi che a Chiavari e’ stimata la presenza di non meno di 12.000 biciclette (in media una per famiglia) ce n’e’ abbastanza per comprendere come i percorsi ciclabili (non solo ciclo-turistici come quelli sulle sponde dell’ Entella) siano una priorità per la quale occorre impegnarsi.
Per far fronte a questa realtà, in particolare per quanto riguarda le biciclette, e’ improrogabile che l’ Amministrazione consideri queste prospettive predisponendo percorsi ciclabili e relative adeguate aree di sosta, oltre che per agevolare questi utenti anche per garantire una maggior sicurezza nell’ attraversamento di aree particolarmente critiche (ad esempio Via Entella, il percorso cittadino “Aurelia”, via S. Chiara e tante altre direttive).
Purtroppo nonostante queste esigenze, non di pochi ma come detto sopra di buona parte dei Cittadini ed anche dei Turisti che vorrebbero poter visitare la Città e magari il Tigullio utilizzando questo mezzo come fanno in tante altre parti d’ Italia e d’ Europa, sia l’ Amministrazione precedente (Agostino) che l’ attuale (Levaggi) hanno fatto ben poco per affrontare questa problematica.
Partecipattiva da tempo sta lavorando ed offrendo collaborazione su questa materia anche insieme ad Associazioni legate al mondo della bicicletta, per cui ci sentiamo in dovere di non aspettare altro tempo e di presentare ufficialmente un progetto che avvicini il Centro cittadino con le aree più decentrate, ma molto importanti, della Città.
Il lavoro ha identificato dei percorsi pensati nel rispetto del Codice della Strada ma anche con particolare attenzione a contenere i costi.
E questo con tutta una serie di obiettivi, tra i quali non e’ marginale il ridurre il numero di veicoli a motore (auto) che percorrono, e troppo spesso sostano, nel Centro cittadino.
Il progetto Mobilità alternativa si sviluppa su 5 direttive:
 Percorso “1” : Quartiere SCOGLI – CENTRO
 Percorso “2” : Via MARCONI (Lungo Entella) – CENTRO
 Percorso “3” : SAMPIERDICANNE – CENTRO
 Percorso “4” : Corso DE MICHIEL – Incrocio Corso MILLO
 Percorso “5” : Piazza GAGLIARDO – Lungo ENTELLA (seguendo il fronte mare)
Alcuni brevi tratti di collegamento e la direttiva Ri (Piazza Sanfront) – Centro sono da sviluppare , la dislocazione di adeguati parcheggi per biciclette sono da definire in dettaglio.”
bici

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>