Published On: Mer, Apr 8th, 2020

Pasqua: a Chiavari severi controlli sulle targhe di altri Comuni e regioni

Il Comune di Chiavari si fa “sceriffo”. Nel modo giusto, però. Ovvero, senza legare i concittadini sul divano di casa, ma evitando -se possibile totalmente- che nei giorni di Pasqua arrivino in Liguria persone residenti in altre regioni o comuni, il che produrrebbe inevitabilmente grossi guai.

«Controlli serrati per Pasqua. Chi ha in programma di spostarsi o di raggiungere le seconde case è avvisato: da domani le forze di polizia aumenteranno la vigilanza per verificare le motivazioni di eventuali spostamenti. Dopo il vertice di questa mattina per l’ordine e sicurezza pubblica abbiamo messo a punto un nuovo piano di controlli in previsione del weekend pasquale – spiega il sindaco Marco Di Capua – che prevede l’intensificazione dei controlli presso il centro storico, il lungo Entella, i sentieri e la passeggiata mare, in stretta collaborazione con la Protezione Civile e l’Associazione Nazionale Carabinieri. Inoltre, utilizzeremo le telecamere di videosorveglianza, con sistema di lettura delle targhe, attive presso i sette accessi alla città di Chiavari ( San Lazzaro, ponte di Caperana, ponte della Maddalena, ponte della Libertà, piazzale dell’autostrada, Aurelia in direzione ponente e Sampierdicanne): saremo così in grado di procedere con specifiche indagini amministrative per verificare se è stata commessa una violazione dei divieti di spostamento in vigore. Utilizzeremo anche il nostro database comunale per un ulteriore rafforzamento dei monitoraggi dei veicoli in transito in città e controlli incrociati con le altre forze dell’ordine».