Published On: Mer, Giu 21st, 2017

PD e ballottaggio a Chiavari: precisazioni a Tigullio News di Mauro Ferretti

Pubblichiamo una lettera del segretario PD di Chiavari, Mauro Ferretti, relativa a quanto scritto nel nostro articolo “Il ruolo del Pd è centrale…”
Aggiungo una precisazione all’amico Mauro Ferretti: l’articolo giungeva dopo quello che per me è un pastrocchio irricevibile per Chiavari, il “patto Canepa-Di Capua”. Con qualche iperbole (concordo) si cercava di dire al partito che -a volte- favorire quello che dal proprio punto di vista è “meno peggio” non è affatto scandaloso. Anzi: può farlo crescere insieme a tutta la città. Registravamo alcune voci orientate in questo senso, e le ho pubblicate. Contestualmente, caro Mauro, ti ho invitato a intervenire, cosa di cui ti ringrazio, anche se l’hai fatta con un certo ritardo. Nel frattempo, comunque, avevo già sentito alcuni dei candidati consiglieri per Cama (che ritengo persona di grande valore, e che vorrei continuasse a lavorare per la città) e avevamo pubblicato queste “Precisazioni sugli appoggi…” Tutto qui.  Con affetto, Paolo Della Sala

Spett. Redazione Tigullio News,
il Direttore della testata  mi ha chiesto se avevo da proporre un commento all’articolo Elezioni a Chiavari, il ruolo del PD è centrale: deve scegliere e non lavarsene le mani, che è apparso, in data 19 giugno, sul vostro quotidiano di informazione. Non posso, ovviamente, rigettare un invito così cortese.

Pur essendo consapevole degli obblighi che competono ad un ospite e, più in generale, delle regole dell’urbanità, non posso esimermi dal confessare, da principio, come la lettura dell’articolo in questione mi abbia lasciato sconcertato. Un testo che tiene assieme una rimando neotestamentario quanto meno avventato e un greve accanimento nei confronto del povero asino di Buridano, improvvidamente scaraventato in mezzo ad un guado, un testo che allinea arditi neologismi come “bersanianismo” e formule logore come “menscevismo blairiano”, un testo che trascorre, senza alcuna avvedutezza, da illazioni prive di riferimenti a prescrizioni morali prive di sostegno, ecco un testo, che pare ritagliato su misura per un gran galà del farlocco, non riuscivo proprio ad attribuirlo ad una penna sempre rigorosa ed arguta come quella dell’amico Paolo Della Sala. Da qui il mio sconcerto.

Proprio questo stato d’animo, che non riesco a superare, mi impedisce di raccogliere, a pieno titolo, la sollecitazione che mi è stata, con tanta generosità, rivolta. Mi limiterò, pertanto, ad alcune precisazioni, quasi cronachistiche.

Il Direttivo del Circolo PD di Chiavari, in piena sintonia con il  proprio candidato Lino Cama  e con i membri della lista civica che si è costituita a sostegno di quest’ultimo, ha determinato la totale estraneità della propria prospettiva amministrativa rispetto a quelle promosse dai due candidati che si affronteranno al prossimo ballottaggio.

In maniera altrettanto unanime, le forze citate hanno, ancora, riconosciuto come i profili morali (la presenza del pregiudicato V. Agostino) e politici (la presenza di forze politiche dal chiaro profilo razzista come la Lega Nord) delle due compagini, che si andranno a contendere il governo della città, non risultino in alcuna misura compatibili con l’orizzonte di valori e di senso entro cui si pone la loro presenza pubblica.

In forza delle ragioni appena citate, il candidato Lino Cama, il Circolo PD di Chiavari ed i membri della Lista Civica La città di tutti  hanno concordemente ritenuto di non dover neppure prendere in considerazione l’ipotesi di offrire un qualsiasi supporto, anche solo di ordine tattico, ad uno dei due candidati in lizza al prossimo ballottaggio e hanno, invece, rinnovato l’impegno, nei confronti di tutti i chiavaresi, a dare continuità e stabilità al proprio progetto di un Laboratorio politico cittadino, in grado di costruire un’autentica alternativa alle logiche speculative che sorreggono, in maniera identica, le candidature di Levaggi e Di Capua.

Altri gruppi politici cittadini hanno scelto diversamente? Hanno, evidentemente, meno a cuore di noi la valorizzazione del nostro territorio e le ragioni della buona politica.

Con osservanza. Mauro Ferretti
Segretario Circolo PD Chiavari