Published On: Gio, Apr 4th, 2013

Pdl Sestri: scontri tra Comune e direzione della Mediaterraneo

Questa mattina -mentre il sindaco Andrea Lavarello effettuava una ispezione alla Fondazione Mediaterraneo con il Prefetto di Genova (riguardo l’agibilità della struttura?), il Pdl di Sestri Levante ha ricordato in sede di conferenza stampa il “clima di tensione che intercorre tra l’Amministrazione, che -attraverso il sindaco- è vicepresidente della Fondazione e la Direzione della stessa”. La Fondazione è nata nel 1999 per opera della Provincia di Genova (allora guidata dalla rampante Marte Vincenzi) e del Comune di Sestri Levante.

“Nel 2009 -dicono i consiglieri Bordero e Conti- il Pdl calcolò uno spreco di denaro pubblico di 4 milioni di euro, derivante da “locazioni non pagate, spesa di tutto il fondo di dotazione (circa un miliardo di vecchie lire) più i mancati introiti del vecchio lascito Fascie” -che consisteva in due palazzi romani, uno dei quali adibito ad albergo in zona Stazione Termini, i cui  affitti che andavano al Comune.

“La Fondazione Mediaterraneo può rilanciarsi diventando un volano per il turismo”, dicono i consiglieri del Pdl, i quali respingono come una “balla colossale” l’insinuazione sul candidato Massimo Sivori (lista civica da loro appoggiata) che avrebbe alle spalle l’imprenditore Tonino Gozzi, di Chiavari.
“Non è vera, ma aggiungiamo che se davvero Gozzi intendesse investire a Sestri Levante, noi ne saremmo felicissimi: ce ne vorrebbero 200 di Gozzi, in una città dove l’Amministrazione ha fatto l’imprenditore col denaro dei cittadini. Male”.

Altro punto dolente: l’inagibilità di una struttura pubblica dedita alla convegnistica e di proprietà del Comune.
Il 10 gennaio 2013 anzi il Direttore Angiolino Barreca ha indirizzato al Comune e al Presidente vicario della Provincia una raccomandata che riguardava i lavori in corso per l’ottenimento dell’agibilità nel palazzo dell’ex convento dell’Annunziata.
Il testo (consegnato alla stampa in fotocopia) dice:
Con la presente segnaliamo che i lavori… sono stati, a quanto ci risulta, sospesi.
Ciò, unitamente ai ritardi ormai pluriennali relativi all’adeguamento delle opere alle norme di sicurezza etc. crea grosse difficoltà alla scrivente Fondazione…
Inoltre non ci è possibile, come anche negli anni trascorsi, promuovere adeguatamente la Fondazione… 
Non si ritiene che la Direzione della Fondazione possa ancora, come fatto con spirito collaborativo nel passato, correre rischi di natura civile e penale.

Le sub concessioni
Le sublocazioni dei molti locali dei due palazzi dove ha sede la Fondazione sono regolate da una convenzione del 2009, che stabilisce, ad esempio, che non possono essere affidati dei locali in uso a fini commerciali.
la documentazione prodotta dal Pdl riguarda un contenzioso che è nato tra la fine del 2012 e oggi. Nel primo caso documentato, il Direttore invia una R/R al funzionario comunale preposto, indicando una nuova sub concessione assegnata a un’azienda che si occupa di “ricerca applicata alla produzione di energia“, in possesso dei requisiti richiesti. L’azienda ha sede a Montreal (Canada) e occupa circa 20 persone di cui 10 ingegneri.

Il 4 febbraio il Sindaco rileva che intende privilegiare il rilancio di progetti residenti (=un’azienda di Sestri Levante), e quindi invita la Direzione a sospendere ogni decisione su nuove sub concessioni…

Il 15 febbraio il Sindaco invita la Fondazione a “scongiurare con ogni mezzo apprestato dalla Legge… proroghe e/o rinnovi di contratti di sub-concessione“.

Il 19 febbraio il Direttore replica dicendo di provvedere a non effettuare nuovi contratti o rinnovi, ma dice anche che ricorrerà all’assistenza di un legale, in quanto l’invito non collima con la convenzione intercorrente col Comune dal 2009. Inoltre, ciò produrrebbe “esiti gravemente negativi sull’andamento della gestione e sui relativi risultati di bilancio…” Si tratta di una mail che ha il “fine di preservare me e i Consiglieri di Amministrazione nominati dall’amministrazione provinciale da eventuali responsabilità future“.

A quel punto in data 15 marzo 2013, l’Amministrazione replica limitandosi a richiedere di “comunicare allo scrivente … la notifica delle inerenti determinazioni a terzi, il prospettarsi di proroghe e/o rinnovi di contratti di sub locazione“.

Altre contestazioni sulla gestione della Fondazione riguardano poi la richiesta di “dati certi” sulla ricaduta di 1,5 milioni all’anno prodotti dai convegni della Fondazione (guadagni per hotel e ristoranti, in gran parte). Il Pdl chiede infine all’assessora alla Cultura Valentina Ghio (candidata sindaco del Pd), “come mai non sia mai intervenuta sulle diatribe”.
fondazione mediaterraneo

Displaying 3 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    Errore, Zolezzi! Gli spazi della Fondazione (due palazzi storici) valgono almeno 20 milioni di euro, e oggi, cioé in piena crisi edilizia.

  2. Paolo zolezzi ha detto:

    E’ uno scandalo che un complesso immobiliare del valore, calcolo a spanne, di circa 3 o 4 milioni e che quindi dovrebbe rendere sul 3% (pari a 90/120 mila euro) non renda che un affirtto irrisorio e per giunta pagato a spizzichi e bocconi! Fino a quando i cittadini resteranno ciechi od indifferenti?

  3. rino ha detto:

    Il bue che dice cornuto all’asino. E questa sarebbe la Sestri che qualcuno vorrebbe? Piena di litigi ed accordi sottobanco?
    E del popolo se ne fregano. Mi sembra di assistere alla commedia dei ladri di Pisa!!!!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>