Published On: Sab, Lug 6th, 2019

Pescatore, incastrato in uno scoglio della Colmata, soccorso all’alba dalla Guardia Costiera

La Sala Operativa della superiore Direzione Marittima della Liguria, alle 05.30 circa ha ricevuto una segnalazione relativa alla presenza di una persona infortunatasi nella scogliera di protezione esterna del Porto di Chiavari.

Tempestivo l’intervento sul posto di personale militare della Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Carabinieri e personale medico del 118.
Il Comando ha disposto, alle 05.40, l’invio in zona della Motovedetta S.A.R. CP 883 il cui equipaggio ha individuato un uomo residente a Lavagna, rimasto incastrato negli scogli dopo essere scivolato presumibilmente mentre svolgeva attività di pesca sportiva con la canna.

Dopo numerosi tentativi l’uomo è stato estratto dagli scogli dalla squadra. L’uomo è stato poi tempestivamente imbarcato sulla Motovedetta della Guardia Costiera per essere affidato, alle ore 06.15, alle cure del personale medico del 118 e trasferito, con un’ambulanza presente all’interno del Porto di Chiavari, presso l’Ospedale San Martino di Genova in Codice Rosso.

Dalle prime informazioni acquisite sembrerebbe che l’uomo si sia recato intorno alle 19.00 di ieri in zona per svolgere l’attività di pesca sportiva con la canna e che, durante la predetta attività, sia rovinosamente scivolato rimanendo vincolato agli scogli fino a quando non è stato notato da una persona che ha prontamente richiesto i soccorsi.
Si ricorda che è attivo, 24 ore su 24, su tutto il territorio nazionale, il NUMERO BLU 1530 per le emergenze in mare.

La foce dell’Entella oggi