Published On: Lun, Feb 27th, 2012

Pescino e Cerchi accettano il confronto pubblico

RAPALLO. Giungono le prime adesioni alla proposta di pubblico dibattito tra i candidati sindaco lanciata da Andrea Carannante. A dichiararsi disponibili al confronto sono Andrea Pescino ed Antonella Cerchi.

Il candidato sindaco Andrea Pescino dell’Unione democratica per i consumatori e per i pensionati sottolinea la necessità che i cittadini partecipino in modo attivo e continuativo alla gestione della cosa pubblica  e si associa “alla richiesta fatta dal candidato Carannante che “individua” la positività sociale di pubbliche assemblee all’interno delle quali qualsiasi cittadino abbia la possibilità di porre ogni quesito, che ritenesse necessario alla formazione della sua prossima scelta elettorale, a tutti i candidati che non possono sottrarsi al “dovere” di presenziare per evidenti ragioni di rispetto dell’elettore“.

Chiede maggiori dibattiti pubblici anche Antonella Cerchi, candidato sindaco della coalizione di Sinistra (PD, Sel, FdS, Verdi) che aggiunge “ritengo sia necessario confrontarsi in modo diretto e contemporaneo anche in televisione e radio. I cittadini hanno diritto di vedere e sentire direttamente dai candidati le loro posizioni ed in fondo misurare direttamente anche le loro capacità (gli USA insegnano). Non bastano la carta, le cose roboanti ma solo il faccia a faccia diretto più permettere anche a noi candidati di misurarci con gli altri e con noi stessi“.

I tre (Carannante, Cerchi e Pescino) si mostrano concordi anche nella lotta allo spreco ed alla virtualizzazione della politica.

Critica il sistema tradizionale di “rappresentazione” politica Andrea Pescino definendo manifesti, punti di ritrovo e cene uno strumento atto a far vivere e trasmettere immagini “virtuali” di democrazia che riproducono “il sistema di politica perversa ormai allo sfascio“.

Nessun point, ma una campagna elettorale fatta per la strada, nelle frazioni, nei bar di quartiere per Antonella Cerchi, “con i comizi agli angoli delle strade, dove chiunque potrà ascoltarci, dissentire, approvare ma guardandoci in faccia“.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>