Published On: Lun, Nov 9th, 2015

Phenomenes – Incredibili, bellissimi, sconosciuti fenomeni naturali

Nonostante si viva in un mondo sempre più globalizzato, restano sempre dei paradisi ancora sconosciuti ai più. Per fortuna.
L’omologazione infatti riguarda soprattutto lo style life e la (in)cultura delle città mondiali, e meno le province, i paesini, la natura… Nonostante i (troppi) documentari!!
Un documento (in lingua francese, ma facilmente comprensibile anche da chi non conosce il francese, almeno per quanto concerne i luoghi. Il minimo è stato tradotto dalla redazione (vedi sotto): per il resto c’è il traduttore Google… se lo comprendete. Immagini imperdibili.

  1. Raggio verde
  2. Porta dell’inferno, Turkménistan. Accesa ininterrottamente dal 1971. Un fuoco simile brucia nell’Iraq da 4000 anni ed è citato nella Torah (Bibbia, Antico Testamento).
  3. Fulmine vulcanico
  4. “Moeraki Boulders” Nuova Zelanda
  5. Tempesta eterna in Venezuela o fulmine di Catatumbo. Si verifica da 140 a 160 notti di ogni anno; dura 10 ore e ha una frequenza fissa di 280 fulmini all’ora. E’ considerato come il più grande generatore di ozono del pianeta (non sempre è colpa dell’uomo!)
  6. Il Grande Buco Blu, Belize. E’ un’immensa grotta sottomarina, 80 km al largo della costa. Ha un diametro di 300 m.
  7. Geyser e aurore boreali , Islanda
  8. Grotte di ghiaccio Islanda
  9. Formazioni di basalto a forma di prisma
  10. Arcobaleni circumorizzontali (fire rainbow)
  11. Nuvole ad arcobaleno, Artico
  12. Nuvole lenticolari in vetta alle montagne
  13. Pietre mobili, Valle della Morte (USA). Non si capisce come facciano a spostarsi. O forse sì.
  14. Maelström
  15. Capelli di ghiaccio
  16. Colonne di luce, Russia
  17. Lava blu, Indonesia
  18. Fiori di ghiaccio
  19. Pororoca, l’onda infinita
  20. Monti di Danxia, Cina
    pietre sferiche nuova zelanda

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>