Published On: Gio, Feb 20th, 2014

Piano del traffico a Chiavari: da rivedere molti punti per Giorgio Canepa

Giorgio Canepa, consigliere di Partecip@ttiva, fa il punto sul piano del traffico di Chiavari, che in questo periodo è in attesa delle osservazioni da parte di cittadini e movimenti.

Non sono presenti, se non per limitate aree o situazioni, i dati del traffico che possano dare le necessarie indicazioni per capire quali sono i punti cruciali di Chiavari. In particolare non sono presenti:

– quantità di vetture per periodo nelle varie zone di Chiavari

– quantità di veicoli a due ruote transitanti sulle diverse direttive

– quantità e tipologie di sanzioni erogate in un determinato periodo

– quantità di pedoni transitanti su determinati (e critici) passaggi pedonali

– tempificazioni dei tempi dei semafori, e modalità di uso degli stessi

Nel capitolo 3 trattano la “sicurezza stradale”, ma solo con numeri, tabelle e tanta teoria ma si dimenticano che in Chiavari abbiamo anche altre zone di potenziale alto rischio (ad esempio l’attraversamento per il Santuario di Bacezza e la salitella per raggiungere il parcheggio di via Ghio) (…) [Tra le] altre, segnalo via Entella, il collegamento via Vecchie Mura/ parcheggio di via Ghio, via Sambuceti, la direttiva viale Kasman/Lungomare (con la strettoia del sottopasso ferroviario), la zona di piazza Gagliardo, via Piacenza e via Parma (non limitandosi a piazza Sanfront), piazza Cavour e corso Dante, l’ utilizzo della strada di circonvallazione, l’ intersezione di via Nino Bixio con corso Garibaldi, l’ incrocio tra viale delle Palme e corso Millo (famoso per gli incidenti avvenuti nel passato), l’ attraversamento pedonale della stazione FS

La foce dell'Entella oggi

Chiavari e Lavagna

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>