Published On: Mer, Mar 26th, 2014

Piano faunistico, Conti: “La contrarietà dei sindaci è condivisibile”

VallegrandeSESTRI LEVANTE. Dal consigliere di Popolo per Sestri Marco Conti riceviamo e pubblichiamo questa nota relativa alla recente polemica sorta intorno al nuovo Piano faunistico venatorio.

“La voce di protesta alzata dai Sindaci di Sestri Levante, Casarza Ligure, Moneglia e Castiglione Chiavarese è condivisibile: il piano presentato dalla Provincia deve essere corretto in quanto questa impostazione è una forzatura. Occorre ricordare che il Piano Faunistico Venatorio (PFV) prevede l’ ipotesi di realizzare due zone protette provinciali (ZPP) nelle zone di Punta Manara e Punta Baffe, Vallegrande e Punta Moneglia. Già in passato l’ipotesi di costituire due oasi nelle zone in oggetto fu accantonata con il parere negativo delle amministrazioni pubbliche interessate e dei cittadini”.

“L’ attuale riproposizione nella modalità di due zone protette provinciali lascia perplessi per una serie di motivi. Le zone di cui si tratta sono in massima parte inaccessibile all’ uomo, nella zona di Punta Manara solo pochi strettissimi e ripidi sentieri consentono l’accesso al mare a bagnanti appassionati di trekking e pescatori. La zona che va dalla Punta della Madonnina alla spiaggia di Vallegrande presenta tratti talmente ripidi da non concedere alcuna possibilità di accesso, infatti sono spesso utilizzati da appassionati di alpinismo per i loro allenamenti. La tutela di tali porzioni di costa è garantita dalla natura stessa che le rende inaccessibili. Gli obiettivi generali del PFV si pongono l’obiettivo di tutelare la fauna, regolare l’esercizio venatorio e le attività agro-silvo-pastorali. Ci si chiede però quali di questi obbiettivi possano essere applicati nelle zone in questione non essendovi esercitata l’ attività venatoria per la nota inaccessibilità e non essendovi svolta attività agro-silvo-pastorale. Inoltre non si comprende l’utilità di estendere in queste zone le strade e gli immobili in località Mandrella, Rocche e Vallegrande rilevato che gli insediamenti umani confliggono con gli obiettivi del PFV. Speravo che con le osservazioni presentate la scorsa estate si fosse posto rimedio a questa forzatura non giustificata in quanto si tratta di una scelta che a mio parere si rileva superficiale ed irrazionale”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>