Pubblicato il: gio, Giu 15th, 2017

Pinocchio conquista la Moldova, è arte e uno strumento per il Made in Italy

L’amico Lino Monopoli protagonista della settimana italiana della cultura in Moldova. Le idee semplici, ma forti, sono le migliori. Lino ha iniziato facendo per gioco dei Pinocchi con gli scarti di legno che si trovavano per terra o in cantina tra bosco e casa, in un paese di montagna della Liguria Ghiggeri (frazione di Varese Ligure, entroterra del Tigullio)…
Poi ha cominciato a regalarne uno a tutti i conoscenti che andavano in giro per il mondo, chiedendo loro di scattare delle foto dei loro burattini, chessò, a Manhattan o a Singapore. Tutta la gente si fermava e voleva farsi fotografare con Pinocchio…
Pinocchio funziona benissimo, direi molto meglio di un convegno o di un pranzo di gala, per promuovere la nostra cultura e il Made in Italy. Non è un “burattino”, è fortemente archetipico, è arte reale, non intellettuale. E, se il commercio include qualche innocente bugia, Pinocchio è il suo simbolo mondiale migliore.

In Cina