Published On: Lun, Nov 18th, 2013

Piste ciclabili a Chiavari: il M5S denuncia ritardi nella realizzazione

Riceviamo questo comunicato sulle piste ciclabili lungo il corso dell’Entella, da parte di Meetup 5 Stelle Chiavari.

“Il meetup cinque stelle di Chiavari da sempre e’ favorevole alla trasformazione della strada vicinale che costeggia l’Entella dal lato chiavarese  in un primo tratto di una rete di piste ciclabili nel comprensorio del Tigullio.

Oltre alla passione per il ciclismo , le  corse e le passeggiate a piedi , che ci accomuna a molti nostri concittadini ,   siamo  a favore  di tutto quanto possa incoraggiare la mobilità ciclabile come valida alternativa ecologica all’uso dei veicoli a motore.  Sulla sponda chiavarese, se esistesse tale percorso, potrebbe costituire  un itinerario sicuro, facilmente percorribile e  con un certa  valenza paesaggistica e ambientale  per i cittadini che da Carasco, dai quartieri di  Caperana e  Ri, debbano recarsi in centro  e viceversa.

Con speranza avevamo quindi ascoltato le dichiarazioni dell’assessore Sandro Garibaldi lo scorso febbraio parlare di un  progetto  già  messo a punto che avrebbe  permesso  di collegare Chiavari, Lavagna, Cogorno e Carasco in un unico circuito per le due ruote.

«Abbiamo ricevuto parere positivo da parte della Regione. La nostra idea è di creare nuove piste ciclabili seguendo una linea trasversale e due verticali: la prima che colleghi il ponte di Lavagna con l’estremità di Chiavari. Le altre, da Sampierdicanne e da Caperana» erano state le rassicurazioni di Garibaldi a mezzo stampa.

Dopo 10 mesi di due su tre di questi progetti non ne abbiamo piu’ traccia. Non sappiamo a che punto siamo in merito alla  famigerata ciclabile di Sampierdicanne, che ricordiamo essere parte integrante  dell’ “affaire” dei due grattacieli che verranno al posto di Lames . Parimenti nulla si sa sul percorso trasversale  che avrebbe dovuto collegare il ponte di Lavagna con l’estremità di Chiavari….

Su uno solo di questi tratti abbiamo avuto un segno di vita dall’amministrazione: riprendendo un vecchio progetto  di chi li aveva preceduti, la giunta comunale di Chiavari ad aprile di quest’anno   approva il progetto esecutivo per il prolungamento della pista ciclabile nel tratto compreso fra il Ponte della Maddalena e le caserme delle Forze Armate a Caperana. L’impegno di spesa, finanziato con risorse proprie del Comune, è di 480.000 euro. L’inizio dei lavori è previsto per il mese di maggio. Il tratto previsto  avrà  una lunghezza complessiva solamente di circa  650 metri. Vengono promessi impianti di illuminazione , un impianto con telecamere di video sorveglianza e le barriere di protezione !

Il cartello posto all’altezza del ponte della Maddalena indica : inizio lavori 13 maggio 2013  – fine lavori 13 novembre 2013. Con ordinanza n. 41/2013  dal giorno 3 Giugno e fino a fine dei lavori viene interdetta dal comune la circolazione pedonale e veicolare.

A CHE PUNTO SIAMO  ?

Consapevoli dei problemi economici che hanno attanagliato  l’impresa esecutrice Comes srl e che inevitabilmente avranno portato un ridardo nel cantiere , ma  passata la  data di fine lavori del 13 novembre ,  su segnalazione di alcuni cittadini che ci han fatto notare come fossero state tolte le griglie di protezione al cantiere che proibivano il transito all’ altezza del pilastro dell’autostrada ; abbiamo deciso sabato 16 novembre di  fare un giro per controllare la situazione.

A cavallo di una MTB (visto lo stato del tratto e’ praticamente impensabile percorrerlo  con una bici da corsa o una City bike) dei 650 metri oggetto di lavori  riscontriamo:

-dopo 200 metri: Nessun lavoro. Niente.  La strada vicinale e’ larga circa 2,5 metri per permettere  il transito di  auto , fondo con  ghiaia , buche e pozzanghere a volonta. Tutto come e’ sempre stato negli ultimi decenni.

-dopo 300/400 metri : Nessun lavoro.  La griglia di protezione  e’ stata rimossa. Non si capisce se e’ un provvedimento del comune o se come si vocifera siano stati i cittadini esasperati di non riuscire a passare dopo che per 6 mesi hanno constatato  che non e’stato fatto nessun lavoro.

ln fondo diventa un sentiero di terra battuta , troviamo un dosso con tanto di putrella in cemento traversale alla strada.

-ultimi 200 metri circa: Nessun lavoro.  La strada vicinale diventa un sentiero strettissimo, circa 50 cm di larghezza , passa a stento una sola bicicletta. Nessuna opera di protezione.  Parte del sentiero e’ visibilmente eroso.  All’ altezza delle caserme , dopo due giorni di bel tempo , c’e un  profondo avvallamento con acqua  che rende impossibile il passaggio (vedi foto).

Conclusione : In 6 mesi nessun lavoro sui 650 metri oggetto dei 480.000 euro.

Chiediamo quandi al sindaco di Chiavari di rispondere alle seguenti 5 domande:

1 ) Qual é  lo stato dell’arte sulle altre due ciclabili indicate:  la prima che colleghi il ponte di Lavagna con l’estremità di Chiavari e  la seconda da Sampierdicanne al centro città?

2 ) E’ sempre valida  l ‘ordinanza n. 41/2013  per la quale  dal giorno 3 Giugno 2013  e fino a fine dei lavori viene interdetta  la circolazione pedonale e veicolare nel tratto ?

3 ) In seguito alla mancata disponibilità della ditta esecutrice e come si intende procedere per portare eventualmente a termine questo lotto di lavori ?  E quali sono i controlli che ha operato il comune di Chiavari sull’avanzamento dei lavori nei mesi precedenti ?

4 ) Come intende rispettare il punto del programma elettorale che parlava di “ Riqualificare il lungo Entella con potenziamento della pista ciclabile sino a Carasco; creare un’area per un percorso salute con attrezzature  leggere ed una zona dedicata ai bambini”?

5 )  Come si inserisce la creazione della pista ciclabile ,di cui questo speriamo sia solo il primo tratto, nell’ambito del   prolungamento di viale Kasman e  delle opere di difesa spondale del fiume Entella? ”

(Meetup Cinque Stelle Chiavari)

Pista ciclabile lungo l'Entella

Pista ciclabile lungo l’Entella

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>