Published On: Lun, Lug 10th, 2017

Polemiche sui pullman turistici: Santa nel cuore attacca il sindaco Donadoni

Come ogni estate, si discute dell’invesione sulle strade del Tigullio dei pullman turistici, e sul loro impatto sul piano costi/benefici.
Su Tigullio News abbiamo sempre detto una cosa: in Italia si discute troppo, e non si combina nulla: 35 anni per NON fare la circonvallazione autostradale di Genova vi sembrano pochi? In Egitto hanno fatto il raddoppio del canale di Suez in meno di un anno… Più che parole, servirebbero fatti, tenendo conto di questo:

POTERE
Se vuoi comandarli, devi servirli.

MAD IN ITALY
Sindrome nazionale: cercare sempre il colpevole e mai la soluzione.
Variante: impiccare la soluzione e lasciare libero il colpevole.

BURINOCRAZIA
Ci saranno sempre degli eschimesi pronti a dettare le norme su come si devono comportare gli abitanti del Congo durante la calura. (Stanislaw Lec)

Tornando ai pullman turistici, l’associazione Insieme-Santa nel cuore contesta una dichiarazione del sindaco Donadoni, secondo il quale per un’azione radicale e risolutiva servirebbe un “piano del traffico”.

Per l’associazione

Sembrerebbe che senza un piano del traffico non si possa da subito limitare il flusso degli autobus turistici.

Se è vero questo allora ci dovrebbe spiegare come mai ,nella delibera n.156 del 24/5/2017 (come in molte altre)  di istituzione di area a pagamento di punta pedale, nelle premesse, viene richiamata la deliberazione del Consiglio Comunale n.96 del 7/11/1996 di approvazione del “Piano del Traffico”.

Il “piano del traffico” esiste eccome! ( strano che nessuno lo abbia informato). Deve solo essere aggiornato trovando le risorse e mettendole in bilancio. Come mai in questi 3 anni non è mai stato fatto?

Avrà pensato che nessuno lo ha mai aggiornato e perché dovrebbe proprio farlo lui? Ma in passato c’era questo flusso eccessivo di autobus?

Inoltre , in data odierna, viene optata la soluzione, ancora in via embrionale, di un tetto massimo giornaliero ai numero bus da, forse, sperimentare nel 2018 ( stranamente l’anno antecedente le nuove elezioni! ) . Ma in questi anni che hanno fatto? Quando hanno fatto la famosa promessa in campagna elettorale ( anno 2014) dovevano avere , quantomeno nel cassetto, una bozza di soluzione (o come lo ha definito il Sindaco : “uovo di colombo”) !

Il gruppo “Insieme – Santa nel Cuore” ha sempre ritenuto che la soluzione doveva ricercarsi, fin dall’inizio del mandato, a livello comprensoriale ma, probabilmente, l’amministrazione Donadoni non ha mai avuto la forza politica di aprire un tavolo con i comuni viciniori.

Tutto questo senza considerare l’aumento del traffico pesante nel caso avvenga l’apertura della nuova Coop a San Siro.”