Published On: Mar, Gen 29th, 2013

Politiche 2013 il Pd presenta i candidati del Tigullio per Camera e Senato

Daniela Peri per la Camera dei deputati e Vito Vattuone per il Senato della Repubblica: sono i due candidati proposti dal Pd agli elettori tigullini.
Nella conferenza stampa di questa mattina, Luca Garibaldi, segretario del Pd Tigullio, ha rivendicato che il partito guidato da Bersani è stato l’unico ad avere fatto a meno del “porcellum”:
“…Mentre il Pdl in Liguria presenta l’ex direttore del Tg1 Augusto Minzolini, che in Riviera, al massimo, si è recato in vacanza per qualche giorno, il Pd con le primarie è riuscito nel compito di proporre agli elettori dei candidati del Tigullio, non calati da Roma, ma espressi da un voto di preferenza di elettori e simpatizzanti”.
Aggiunge Garibaldi: “E’ lo stesso meccanismo di progressismo che ci permette di proporre il 40% di deputati donne e un ricambio al Parlamento del 60% di nostri eletti. Cose che gli altri partiti non fanno nemmeno nei loro libri dei sogni”.

Garibaldi, nella sua introduzione, ricorda inoltre che le elezioni politiche di febbraio 2013 saranno fondamentali per riportare la nazione in acque politiche ed economiche più quiete, e ricorda che “E’ in atto in lotta tra chi vuole governare e chi -già sconfitto dalla Storia e dai risultati- vuole soltanto condizionare il prossimo governo, invece di agire per il Bene comune. …Serve invece un governo stabile e in grado di risolvere la crisi, coniugando insieme non solo la riduzione delle tasse, ma anche la necessità di creare e mantenere il lavoro.
Lavoro e revisione della fiscalità devono andare insieme, se si vuole migliorare la situazione.
E’ per questo- conclude Garibaldi- che lo slogan della nostra campagna elettorale è L’Italia Giusta”

Per quanto riguarda l’organizzazione della campagna elettorale, il Pd -anche a causa della riduzione dei rimborsi e della necessità di ridurre i costi generali- punterà a eventi di piccola dimensione, ma incentrati su temi concreti e legati alle richieste del territorio: servizi e rilancio dell’economia in primo luogo.

Daniela Peri
E’ medico presso la Asl4 . Consigliera comunale a Sestri Levante dove risiede, ha frequentato il liceo classico Delpino di Chiavari. Suo marito è fratello di Roberto Levaggi, sindaco di Chiavari “un avversario onesto e leale, a differenza di molti altri avversari politici“.

Il tema centrale della candidata alla Camera dei deputati è quello della Sanità e del suo potenziamento in quella che è e resta “un’area particolarmente delicata, perché nel Tigullio è alta la percentuale di anziani, ma è ancora più preoccupante la percentuale di anziani che sono privi di assistenza familiare. Guai a recedere da un’assistenza sanitaria priva di collegamenti col sociale e i suoi problemi“.
Quanto all’efficienza delle strutture della Asl4, Daniela Peri sostiene che ieri -con la visita dell’assessore in Regione Montaldo- si è risposto “coi fatti“: l’inaugurazione di una nuova Tac a Lavagna e di nuovi laboratori e ambulatori nell’ospedale di Sestri, sono particolarmente significative… E’ si fa demagogia se si sostiene che le Tac in uso sono inadeguate. E’ vero che si deve porre attenzione ai mezzi tecnologici che si utilizzano, ma per quanto vedo, non ci sono malfunzionamenti di sorta: chi lo dice, crea paura ad arte. Sbagliando“.

Vito Vattuone
Ex sindaco di Casarza ligure, dove ha portato a termine due punti nodali: il nuovo quartiere di sviluppo edilizio al di là del fiume Petronio, e un potenziamento delle aree industriali.
Pone al centro del suo intervento lo sviluppo economico del territorio, ricordando che la crisi è frutto anche di un disastroso incremento della burocrazia: con 120 obblighi fiscali all’anno per le imprese e con un costo della macchina burocratica che è stato quantificato in 25 miliardi annui.
Il primo impegno sarà quindi quello di de-burocratizzare il mondo del lavoro, puntando nel contempo a creare condizioni ottimali per l’impianto di nuove imprese (start up).
La difesa delle industrie esistenti -a partire dalla cantieristica (Lavagna e Riva Trigoso con Fincantieri) è un’altra priorità da strutturare al meglio, per evitare brutte sorprese.
Secondo Vattuone è inoltre necessario “Rivedere il Patto di Stabilità, che impedisce ai Comuni persino di effettuare investimenti produttivi, utili a rilanciare l’economia“.
Anche il Terzo Settore, che opera sul sociale, è un bene da valorizzare e potenziare, anche perché vale in Liguria 12.000 dipendenti, mentre nell’industria vi sono 6000 lavoratori. “E’ importante che imprese, amministrazioni e i responsabili delle infrastrutture lavorino insieme, evitando di creare politiche pubbliche prive di concretezza, e in costante ritardo sui tempi necessari“.

Daniela Peri e Vito Vattuone col segretario Pd Tigullio Luca Garibaldi

Daniela Peri e Vito Vattuone col segretario Pd Tigullio Luca Garibaldi (al centro)

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>