Published On: Lun, Mag 16th, 2016

Porticciolo, Capurro torna a rivolgersi alla Corte dei Conti

Dal consigliere comunale di opposizione a Rapallo Armando Ezio Capurro riceviamo e pubblichiamo il testo della missiva da lui oggi inoltrata alla Procura della Corte dei Conti, al sindaco Carlo Bagnasco e ai Carabinieri di Rapallo, sul tema del lungo iter per l’apertura dei locali al piano terra di Villa Porticciolo e degli annessi Bagni, assegnati a seguito di gara d’appalto alle società Ponte Calvi e Nuova Lido.

Le due società avevano ricevuto l’affidamento degli appalti in seguito all’estromissione dalla gara della milanese Bliss S.R.L., trovata in difetto di documentazione. Il ricorso di Bliss, respinto dal TAR, era approdato al Consiglio di Stato; di fronte alla possibilità che il protrarsi delle procedure legali facesse saltare la stagione balneare, tuttavia, la società aveva ritirato il ricorso per i Bagni Porticciolo lasciando aperto solo quello relativo alla Villa. Villa e Bagni che risultano però tuttora chiusi, con potenziali nuovi sviluppi al centro della lettera di Capurro:

Esperimento della gara: 26/1/2016 ore 9:00

AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI LOCALI AL PIANO TERRENO ED AMMEZZATO DELLA VILLA PORTICCIOLO E DI PORZIONE DI AREA PERTINENZIALE ESTERNA

 

La presente per segnalare quanto sta accadendo nell’affidamento di Villa Porticciolo e per chiedere se possano sussistere gli estremi di danno erariale in quanto, nonostante l’esperimento della gara sia stato fatto il 26 gennaio 2016 ( peraltro in ritardo essendo il periodo contrattuale e gli effetti economici  decorrenti  non dal 1.1.2016, ma dalla presa in possesso), la Villa è ancora abbandonata e, salvo errori, il comune non percepisce l’affitto perché secondo il bando di gara

“ Il canone offerto dall’aggiudicatario dovrà essere corrisposto al Comune in rate trimestrali anticipate di uguale importo (nel caso in cui la data di consegna dei locali non coincida con il 1° gennaio 2016, la prima rata contrattuale sarà parametrata al periodo intercorrente dalla presa in possesso del bene fino alla fine del primo trimestre 2016), di cui la prima tranche da versarsi all’atto della stipula del contratto secondo quanto previsto all’art. 8 del Capitolato”,

siamo, quindi,addirittura fuori delle previsioni del bando che prevedeva che“ la prima rata contrattuale sarà parametrata al periodo intercorrente dalla presa in possesso del bene fino alla fine del primo trimestre 2016, senza stabilire le condizioni da applicare nel caso il possesso avvenisse oltre il primo trimestre.

Capurro punta inoltre il dito sulle voci di accordi ufficiosi fra le due società affidatarie e Bliss S.R.L., che ritornerebbe in corsa nel ruolo di subaffidataria: l’azienda – si tratta, occorre ribadirlo, di semplici indiscrezioni – riceverebbe infatti in subappalto da Ponte Calvi la gestione di parte dei locali di Villa Porticciolo, e da Nuova Lido la gestione del bar dello stabilimento balneare.

C’è inoltre da segnalare che, forse, il ritardo della consegna dei locali dipende dall’intenzione dell’aggiudicatario di sublocare l’attività e la locazione dei locali alla ditta che era stata esclusa dalla gara perché carente nei requisiti o nella documentazione, ditta che aveva perso il ricorso al TAR e che aveva preannunciato ricorso al Consiglio di Stato. Tuttavia, secondo il bando di gara,

I suddetti locali devono essere destinati esclusivamente allo svolgimento di un servizio di offerta turistica […] con divieto di modifica della destinazione d’uso e di subconcessione.

Sembrerebbe, quindi, vietata la subconcessione e parimenti altre forme di subingresso per eludere il divieto, quali l’entrata di nuovi soci nel raggruppamento di imprese o azioni similari.

 

Visto quanto sopra e il ritardo che provoca mancati incassi al comune, oltre a un danno di immagine e il mancato rispetto di ulteriori condizioni contrattuali quali

“l’obbligo di provvedere all’organizzazione completa di un numero minimo di eventi durante l’intero periodo di concessione ossia:

– n.5 (cinque) eventi durante la bassa stagione (mesi dalla data stipula contratto a marzo 2016 e mesi da ottobre 2016 a dicembre 2016)

– n.11 (undici) eventi durante la media e alta stagione (mesi da marzo 2016 a settembre 2016).”

chiedo

alle autorità competenti di verificare se ci sia un danno erariale e se si possa effettuare la subconcessione del bene, anche in forme indirette, che è espressamente vietata dall’articolo 10 delle condizioni contrattuali.

Villa Porticciolo con gli annessi Bagni

Villa Porticciolo con gli annessi Bagni

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>