Published On: Lun, Set 5th, 2016

Portofino: le foto del megayacht di Sulejman Kerimov, re del gas, del potassio, re del calcio

Grazie a Liguria Nautica troviamo le foto del megayacht di Sulejiman Kerimov, ancorato a Paraggi di Portofino. Kerimov è uno dei più ricchi oligarchi russi e uno dei più chiacchierati uomini d’oro di Putin.

Il megayacht Ice è stato realizzato dai cantieri Lürssen nel 2005. L’unità ha una lunghezza di 90 metri e una larghezza di oltre 15 metri,  può raggiungere una velocità di 18 nodi e dispone di un elicottero privato oltre che di piscina Jacuzzi, palestra privata, sala cinematografica… Il costo è stato di 150 milioni.

Nel 2006 Kerimov si schiantò con una Ferrari contro una palma della celebre Promenade des Anglais, a Nizza.  La presentatrice russa che viaggiava col magnate restò illesa, mentre Kerimov fu ustionato dall’incendio dell’abitacolo e restò in coma per mesi.

Dal 1989 -quando guadagnava 250 euro al mese come contabile- al 1999 diventò un re, grazie a un matrimonio con una ricca pulzella del Daghestan e grazie a manovre poco chiare sempre in Daghestan. Dopo essersi impossessato della company petrolifera Nafta Mosca, diventò azionista primario di Gazprom, della Sberbank (la più importante banca d’affari russa) e della Polyus Gold e JSC Polymetal (miniere e lavorazione dell’oro). Intanto aveva conquistato la Uralkali (potassio), diventando anche il re del potassio mondiale. I soldi per le scalate azionarie gli arrivavano in prestito (per le male lingue direttamente dal Cremlino), dopo di che le azioni salivano.
Nel 2013 per Forbes Sulejman Kerimov è tra i 150 uomini più ricchi al mondo.

Si permette di pagare Shakira e Cristina Aguilera per cantare alla festa dei suoi 40 anni. Nel 2008 fa arrivare Beyoncé nella sua villa di Cap d’Antibes.

Calcio senza limiti
Sempre nel 2008, Kerimov cerca di comprare la Roma da Franco Sensi, sul modello dell’amico Abramovich -che aveva appena comprato il Chelsea di Londra. Nell’affaire calcistico furono coinvolti Putin e Berlusconi, ma invano. Poi, nel 2011, Karimov ha puntato tutto sul “suo” Daghestan, con la squadra dell’Anzhi Makhachkala.

Il botto mediatico più grande lo fece comprando Eto’o dall’Inter e portandolo nel Daghestan alla modica somma di 20 milioni l’anno di stipendio.  Comprò anche Roberto Carlos, regalandogli una Bugatti per il compleanno. Sprechi e regalie a gogò ma pessimi risultati sportivi.
Kerimov appare insomma come un Paperone molto generoso, ma attenti a cercare di avvicinarlo per proporgli la vendita di Portofino: il suo yacht è forte di un sistema di difesa basato su un plotone di teste di cuoio. Ma Ice è comunque una fantastica villa galleggiante...
loc kerimov

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>