Published On: Lun, Lug 11th, 2016

Possibile Tigullio: il PD a Lavagna nel 2014 dimezzò i voti, “grazie” al depuratore. M5S e Pd non polemizzino su false basi

Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato del Comitato Tigullio Possibile:

Assistiamo da giorni ad una “querelle” tra esponenti locali del Partito Democratico ed il Movimento 5 Stelle su chi sia più onesto rispetto all’amministrazione uscente di Lavagna.

Il PD dichiara di sentirsi parte lesa ed afferma che la lista Uniti per Lavagna, da sempre sostenuta dal partito del Segretario/Premier Renzi, avrebbe perduto le ultime elezioni proprio a causa dei voti manipolati dal “sistema Mondello”.
Nel 2004 Uniti per Lavagna ottenne 4365 voti pari a quasi il 50% delle preferenze, risultato praticamente confermato nel 2009 con 4386 preferenze.
Nel 2014 il tracollo per un totale di 1880 voti con 400 voti circa di distacco dalla Lista di Sanguineti, poi vincitrice.
In attesa delle sentenze e basandosi sulle accuse sollevate dagli investigatori, crediamo che sarebbe necessario per un cambiamento nella società civile che la politica di qualsiasi colore argomentasse e valorizzasse in maniera più seria e intellettualmente onesta le scelte dei cittadini, che nel 2014 hanno visto pesantemente punita l’amministrazione di centrosinistra uscente con 2506 preferenze in meno rispetto alle precedenti elezioni, mentre lo “tsunami” grillino si è rilevato al massimo un’onda anomala eleggendo un consigliere debolmente pervenuto in fase di opposizione.
Infine ci stupiamo che Raffaella Paita, nel chiedere l’aiuto a Sanguineti e Mondello per le primarie del centrosinistra, non sapesse che lo stesso Pino fosse stato sostenuto pubblicamente da Forza Italia e Lega Nord con tanto di esponenti di partito in lista. Insomma forse sarebbe il caso almeno una volta di essere capaci di ammettere gli errori, non solo quelli politici.
Possibile

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>