Published On: Lun, Ott 24th, 2016

Precisazioni del Comune di Chiavari sul sostegno all’inclusione dei Servizi sociali

In merito alla misura SIA (Sostegno all’inclusione attiva) l’assessore ai servizi sociali del Comune di Chiavari, Avv. Nicola Orecchia comunica che: “I Comuni del Distretto Sociosanitario n.15 rispetto alla misura del SIA – Sostegno all’Inclusione Attiva sono operativi per la ricezione delle richieste di accesso alla misura dal 2 settembre u.s. Il termine del 31 ottobre non indicava un termine ultimo per la presentazione della domanda ma una data per gli uffici amministrativi dell’INPS rispetto alla messa a regime del sistema informatico per la ricezione delle domande. Attualmente sono state raccolte circa 25 domande in tutto il Distretto Sociosanitario e, come già pubblicato sul sito del Comune di Chiavari è possibile presentare domanda presso gli uffici dei Servizi Sociali del Comune di residenza che provvederà alla gestione della pratica amministrativa. I Comuni si stanno muovendo, con l’aiuto di Regione Liguria, per la definizione di accordi con i Centri per l’Impiego che permettano una gestione lineare del flusso delle domande e della presa in carico“.

Si ricordano i criteri di accesso alla misura che vengono verificati dai Comuni di residenza e da INPS, ciascuno per quanto di competenza:

– requisiti personali: cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, che siano residenti in Italia da almeno 2 anni;

– requisiti familiari (ne è sufficiente uno tra quelli di seguito elencati): presenza di almeno un componente di minore età o di un figlio disabile, ovvero donna in stato di gravidanza, che sia certificata da una struttura pubblica, dove viene indicata la data presunta del parto (da allegare alla richiesta) e, qualora la gravidanza sia l’unico requisito posseduto, la domanda può essere presentata solo dai quattro mesi dalla data presunta del parto (inizio sesto mese);

– requisiti economici: ISEE uguale o inferiore ai 3.000 euro.

Risulta fondamentale allegare alla domanda la documentazione necessaria: attestazione ISEE completa di DSU, documento d’identità, codice fiscale del richiedente e Patto di Servizio Personalizzato sottoscritto presso il Centro per l’Impiego utile all’ottenimento di ulteriore punteggio nell’ambito della valutazione multidimensionale del bisogno. I Servizi Sociali del Comune di Chiavari sono disponibili nelle giornate di apertura al pubblico per fornire informative utili e l’accoglimento delle domande, in particolare la Segreteria Tecnica del Distretto Sociosanitario è reperibile ai numeri 0185-365934, 365355 e 365393 e all’indirizzo mail segreteriadss15@comune.chiavari.ge.it

chiavari comune stemma