Published On: Lun, Nov 25th, 2013

Precisazioni del Comune di Rapallo sui lavori per il torrente San Francesco

L’Amministrazione comunale ha conferito due incarichi professionali aventi come oggetto prestazioni inerenti la sicurezza idraulica del Torrente San Francesco e la idoneità strutturale relativa alla copertura del tratto terminale del Torrente.

Il primo incarico è stato assegnato all’Ing. Pietro Misurale della ITEC Engineerimg s.r.l. con gli obiettivi di :

–          individuare il rischio idraulico dell’alveo e delle aree limitrofe e determinare gli interventi di sistemazione idraulica necessari allo smaltimento, senza esondazioni nel tessuto urbano, delle portate di piena 50-ennale e 200-ennale;

–          redigere la progettazione preliminare delle opere di sistemazione idraulica individuate nell’ambito dell’analisi del rischio idraulico, quali: arginature, risagomature dell’alveo, adeguamento dei manufatti di attraversamento esistenti ( passerelle/ponti );

–          suddividere gli interventi in lotti funzionali omogenei secondo una scala di priorità in funzione del diverso livello di rischio idraulico.

Lo studio commissionato è relativo al tratto del Torrente compreso tra il ponte della Ferrovia ed il ponte Autostradale e sarà di completamento alla progettazione preliminare inerente il tratto compreso tra il ponte della Ferrovia e la foce a mare, già agli atti dell’Amministrazione avendo tra l’altro ottenuto, nel 2004,  un nulla osta idraulico, circa la fattibilità dell’opera, dal Comitato Tecnico Provinciale.

Quest’ultimo intervento prevede una risagomatura dell’alveo per una lunghezza di 170 metri, la creazione di nuove sponde murarie e la realizzazione di una nuova piastra di copertura, con unica pila centrale, in grado di sopportare carichi di prima categoria.

In relazione alla piastra attuale l’Amministrazione ha provveduto alla demolizione di circa 5 metri di soletta, in corrispondenza del vecchio distributore Agip, risultando determinante nel contenimento della piena dello scorso Aprile, oltre ad avere eseguito, nell’Agosto 2013, una profonda pulizia dell’alveo sotto la copertura di Via Milite Ignoto fino alla foce.

Lo studio, nel suo insieme, sarà pronto entro la fine del prossimo Dicembre e consentirà di avere un quadro unitario sulle problematiche e sulle modalità di intervento.

Determinante sarà poi l’individuazione delle risorse finanziarie per poter eseguire le opere.

Da una prima valutazione, il costo degli interventi può essere stimato in circa 6.000.000,00 € per il tratto del Torrente dal ponte della Ferrovia verso mare e di altrettanti  6.000.000,00 € per il tratto residuo dal medesimo ponte verso monte.

L’Amministrazione, con propria capacità, intende finanziare con 2.000.000,00 € la realizzazione di un primo lotto funzionale del tratto verso mare e corrispondente alla porzione di copertura della “rotonda del Polipo” ( voce che verrà inserita nell’annualità 2014 del Piano Triennale delle Opere Pubbliche ) oltre ad avere allo studio una manovra per rendere disponibili consistenti avanzi di cassa nell’ipotesi che i costi relativi agli interventi di difesa del suolo, possano essere stralciati, nelle more di approvazione della manovra finanziaria nazionale, dagli equilibri del Patto di Stabilità.

Sul tema dei finanziamenti, nella giornata di Giovedì 21 u.s., il Sindaco Giorgio Costa, accompagnato da alcuni Assessori comunali, ha incontrato in Regione, l’Assessore Renata Briano con la quale si sono messe a punto le modalità di richiesta d’inserimento dell’opera progettata nel Programma Triennale Regionale degli interventi inerenti la difesa del suolo 2013/2015, per poter attingere alle relative risorse economiche messe a disposizione nella pianificazione.

A seguito della consegna del progetto preliminare da parte del professionista è previsto un nuovo incontro al medesimo tavolo per valutare la completezza dello studio prima di formalizzare la richiesta di finanziamento.

Se l’intervento di messa in sicurezza idraulica ha prospettive di breve-medio termine, il secondo incarico professionale conferito ha invece finalità immediate.

Si tratta dell’incarico assegnato, in relazione alla stato di consistenza della copertura sul Torrente San Francesco, all’Ing. Paolo Nattero che avrà il compito di:

–          eseguire il monitoraggio ed il controllo dell’intradosso dell’intera struttura con certificazione del collaudo statico, l’ultimo dei quali risale al 2011;

–          determinare la effettiva capacità di portata dell’intera piastra, soggetta oggi a importanti ed intensi carichi statici e dinamici;

–          individuare modalità di rinforzo che consentano l’uso in sicurezza, con particolare riguardo a carichi superiori a quelli attualmente sopportabili, sia della parte di monte che nella parte di mare.

Eventualità quest’ultima che potrà essere presa in considerazione nelle more dell’approvazione del progetto di totale rifacimento della copertura e dell’individuazione delle risorse finanziarie necessarie.

Con queste azioni l’Amministrazione intende affrontare con responsabilità le importanti problematiche legate al Torrente San Francesco e all’urbanizzazione intensiva del suo intorno.

bandiere a mezzasta a rapallo

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>