Published On: Lun, Mag 13th, 2019

Presentazione del libro “Sull’altipiano sottile”, sulle spedizioni scientifiche italiane in Tibet

Presentazione del volume
ENRICO GHERSI: SULL’ALTIPIANO DELL’IO SOTTILE
Diario inedito della spedizione scientifica italiana condotta da Giuseppe Tucci nel Tibet Occidentale del 1933

Programma
Emanuela Patella (Direttore Scientifico CELSO Istituto di Studi Orientali – Dipartimento Studi Asiatici):
Sul tetto del mondo. Giuseppe Tucci e le spedizioni scientifiche italiane in Tibet

David Bellatalla (autore del volume, Docente di Antropologia culturale e audio-visuale alla Mongolian National University di Ulan Bator): “Il viaggio e la memoria. Eugenio Ghersi sull’altipiano dell’Io sottile

Presentazione del Progetto Internazionale: “Ulan Bator – Una Ger per tutti” Nuovi alloggi nelle tende tradizionali mongole per ragazze-madri e famiglie con bambini disabili, coordinato da David Bellatalla e dalla Croce Rossa della Mongolia, con il sostegno di CELSO Istituto di Studi Orientali, Need You Onlus, Montura.

David Bellatalla

Docente di Antropologia culturale e audio-visuale alla Mongolian National University di Ulan Bator e al CELSO Istituto di Studi Orientali – Dipartimento Studi Asiatici.

Gia’ docente di Antropologia alla UWA University of Western Australia di Perth.
Ricercatore all’Accademia delle Scienze della Mongolia, ideatore e coordinatore della missione italiana impegnata da anni a salvare dall’estinzione i Taiganà, antica tribù nomade della comunità turcofona degli Uryankhai.

Da anni residente in Mongolia, impegnato in programmi di ricerca e progetti umanitari.

Ha effettuato numerose ricerche etnografiche nel Centro e Sud America, in Asia e in Australia pubblicando libri, articoli scientifici e realizzando documentari.

Tra le sue pubblicazioni: “Sull’altipiano dell’io sottile. Eugenio Ghersi: diario inedito della spedizione scientifica italiana del 1933 condotta con Giuseppe Tucci nel Tibet Occidentale. Immagini, appunti e riflessioni dal Tetto del Mondo” (2016), “Tsaatan gli uomini renna della Mongolia” (2004), “”In viaggio con le nuvole” (2012), “Sciamanesimo e Sacro tra i Buriati” (1996), “Eugenio Ghersi. Un marinaio ligure in Tibet” (2008)

Emanuela Patella

Direttore Scientifico della Sezione Linguistica del Dipartimento Studi Asiatici – CELSO Istituto di Studi Orientali;

Docente di “Lingua e Cultura Cinese” e “Religioni e Filosofie dell’Asia” all’Universita’ degli Studi di Genova ed al Dipartimento di Studi Asiatici – CELSO Istituto di Studi Orientali di Genova;

Gia’ responsabile scientifico e Curatore del programma pluriennale di formazione Zhongguo per la Lingua e la Cultura Cinese e per la Didattica Interlinguistica Cinese-Italiano nelle scuole e negli Istituti di Formazione del Comune di Genova;
Curatore delle sezioni Cina, India, Tibet, Medio-Oriente del Museo delle Culture del Mondo Castello D’Albertis di Genova, dedicate alle Medicine Tradizionali dei Popoli.

Curatore e responsabile scientifico di numerosi programmi di ricerca e di formazione, convegni, manifestazioni culturali, saggi e programmi di traduzione e di più di 40 mostre dedicate in particolare alle arti ed all’estetica orientali, dal 1995 ad oggi, in collaborazione con Enti, Istituti ed Istituzioni culturali a livello nazionale ed internazionale.

Tra le sue pubblicazioni: “L’origine della scrittura in Cina” (1995), “La lingua cinese. Elementi di grammatica” (2014), “China Contemporary Art. La lunga marcia dell’Avanguardia” (2007), “Sho. L’arte della calligrafia in Estremo Oriente” (1995), “L’incanto sottile e l’estetica del silenzio” (2009); “Asiart Asian Contemporary Art. L’incontro con l’Occidente: Giappone, Cina, Corea” (1997), “Action China and Behaviour Photography” (2000), “Imago Buddha. Arte ed iconografia buddhista” (2009), “Zhang Qikai. Total experimentation” (2009), “Shodo. L’arte della calligrafia giapponese” (1998), “La creatività del Tao” (2005)

PROGETTO Ulan Bator – Una Ger per tutti
Nuovi Alloggi nelle tende tradizionali mongole per ragazze-madri e famiglie con bambini disabili

Il progetto “Ulan Bator – Una Ger per Tutti” è un progetto volto ad aiutare alcune delle le ragazze-madri e alcune delle famiglie più povere del distretto di Chingeltei, nelle quali vivono bambini e adulti portatori di handicap e/o con gravi patologie fisiche privi di qualsiasi tipo di assistenza medico-sanitaria e aiuto economico da parte di enti pubblici e privati.

L’iniziativa nasce da una esplicita segnalazione effettuata dalla Croce Rossa di Ulan Bator in collaborazione con MONTURA e NEED YOU ONLUS, quest’ultima da tempo impegnata in Mongolia in iniziative umanitarie rivolte alle realtà più fragili e sensibili del paese.

Nello specifico si tratta di un progetto che segue le linee guida dei programmi TACIS e LINEN della Comunità Europea e ha previsto l’acquisto di un piccolo appezzamento di terreno ubicato nel settore settentrionale del distretto di Chingeltei ad Ulan Bator City, al fine di creare un campo permanente per la sistemazione di 12-15 tende tradizionali mongole (le Ger) delimitato da un muro perimetrale in cemento, e di servizi igienici con relative fosse biologiche. 

La realizzazione dell’area abitativa e la conseguente sistemazione delle famiglie con bambini o adulti portatori di handicap, darà la possibilità di ospitare in alloggi salubri e confortevoli e di poter provvedere alle esigenze medico-sanitarie di base per alcune famiglie che al momento vivono in una situazione drammatica di degrado e abbandono.