Published On: Mar, Apr 15th, 2014

Presentazione del nuovo Carillon di Paraggi

La presentazione avverrà giovedì 17 aprile, ore 11.
Il Le Carillon si trova in via Paraggi a Mare 10, Santa Margherita Ligure, ed è un ristorante e un dance club.
L’evento vedrà la partecipazione -tra gli altri- di Tonino, Ersilia e Luis Rocca e Max Bertoletti della società di gestione del Carillon, di Giuseppe Ricchebuono, consulente per la ristorazione del Carillon. Saranno presenti rappresentanti dei Comuni di Santa Margherita Ligure e Portofino. Il Carillon è uno dei locali storici della costiera di Portofino, col Covo di Nord est e pochi altri. Negli anni di gloria dei night e delle discoteche, era il locale più esclusivo, intimo e raccolto, dove potevano incontrarsi le star e starlettes ospiti degli hotel e i ragazzi del posto, desiderosi solo di dragare le belle turiste.
Quella di Paraggi è una delle più belle baie del mondo.

Le Carillon: un po’ di storia

Quella proposta dalla gestione della famiglia Rocca rappresenta la quinta vita del Carillon. Anzi, la sesta, perché sulla spiaggia agli inizi del Novecento si trovava già un tendone riservato, come spogliatoio, agli ospiti dell’hotel Splendido di Portofino.

Il locale venne inaugurato nel  1936, quando ancora si sentivano gli echi della “Belle époque”. Si chiamava inizialmente Covo di Sud Est ed era ancora legato all’hotel Splendido. Venne fondato da Santin Repetto e Gianni Nava. All’inaugurazione partecipò anche Pietro Badoglio.

Nel 1946 venne rilevato dai portofinesi Consiglieri che dieci anni più tardi lo cedettero a Giovanni Zanier, allora capo-barman del locale. Sotto la gestione di Zanier (che in seguito aprì anche altri locali a Milano e a Santa Margherita), Le Carillon assunse l’allure e la fama che lo fecero conoscere in tutto il mondo. Frequentato da armatori (primo fra tutti Aristotele Onassis con Maria Callas), attori (Frank Sinatra, Rex Harrison e moltissimi altri), imprenditori, aristocratici, il locale divenne celebre anche per la sua riservatezza e il suo stile.

Dal 1967 le Carillon – che fino ad allora veniva aperto solo dal 24 giugno al primo settembre – anticipò l’inaugurazione al 19 marzo di ogni anno, chiudendo a gennaio. Zanier aveva scelto come socio un aristocratico, Paolo De Robilant, molto inserito nell’ambiente più esclusivo nazionale e internazionale. È l’epoca delle grandi orchestre (Starnazza, Mascetti, Vicini, Santagata) che accompagnano le interminabili serate degli ospiti davanti alla baia di Paraggi.

La gestione di Giuseppe Zanier dura fino al 1993, quando il locale passa a Mario Maffezzoni, mantovano, all’epoca direttore della sala. Maffezzoni ha gestito Le Carillon fino al 2013.

carillon

Paraggi

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    Gentile Arrigo, potrebbe provare a contattare sua cugina Olga, giornalista.Chiedendo magari alla redazione di La Repubblica o a quella di Dagospia. http://geneall.net/it/name/374001/paolo-nicolis-di-robilant/

  2. Arrigo ha detto:

    Potreste dirmi come potrei entrare in contatto con Palo di Robilant? Ci frequentammo nel dopoguerra a Rapallo dove mio nonno aveva una pasticceria tea-room. Grazie per ogni informazione.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>