Published On: Lun, Dic 14th, 2015

Presepi: L’asinello nella religione, tradizione, storia e simbologia del Natale

Natale con l’asinello L’asino nella religione, tradizione, storia e simbologia del Natale
Elena Serrati, presidente Associazione Mbam’baye    venerdì 18 dicembre, ore 16.00

Spazio Aperto di Via dell’Arco, Santa Margherita Ligure

Entriamo nella grotta: accanto al Bambin Gesù vediamo due animali, un bue e un asino.

Anche se le prime notizie del presepe risalgono al 354 d.C., la presenza dell’asino risale al 1223, quando san Francesco d’Assisi celebrò la messa davanti a una mangiatoia nella Grotta di Greggio.

Nella narrazione evangelica l’asino, oltre ad apparire nel presepe, è presente anche nella fuga in Egitto di Giuseppe e Maria, e nell’ingresso di Cristo a Gerusalemme la Domenica delle Palme.

Un animale, l’asino, che compare non solo nelle campagne, ma è ben presente nella fantasia delle fiabe, nei racconti della storia, della religione, della letteratura: ovunque per trasmettere, con la sua aria placida, quiete e serenità.
Ne parla a “Spazio Aperto” Elena Serrati, presidente dell’Associazione Mbam’baye dedita alla valorizzazione dell’asino quale veicolo e amplificatore della cultura.

Già, perché la sua figura non fornisce solo le orecchie che spuntano dalla testa di Pinocchio, o l’ombra di Don Chisciotte: le sue doti di pazienza e umiltà ne hanno fatto l’animale di Abramo, Cristo e Maometto, i profeti più famosi, e il personaggio di miti, racconti, simboli appartenenti a civiltà vicine e remote.

L’asino: non solo l’animale che nel medioevo trasportava persone e merci e girava le ruote delle macine e dei pozzi. Con la sua scomparsa causata dalla crescente meccanizzazione dei lavori in campagna se ne è valorizzato il ruolo terapeutico: un nuovo mito dalle radici antiche.

Elena Serrati propone un percorso iconografico (materiali originali raccolti in sei anni di ricerca) e letterario (riferimenti bibliografici e pubblicazioni più o meno recenti). Dopo aver “riposizionato” l’asino all’interno del panorama culturale italiano e locale, ne esplora le diverse rappresentazioni in ambito natalizio: dalla presenza nei testi evangelici alle più curiose e recenti reinterpretazioni, concludendo l’incontro con una lettura tratta dai Soliloqui di Betlemme di Giovanni Papini.

L’incontro ha il patrocinio del Comune di Santa Margherita. Appuntamento venerdì 18 dicembre alle ore 16.00, in via dell’Arco 38 a Santa Margherita Ligure. L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito.
Presepe Croce Rossa Lavagna

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>