Published On: gio, Mag 3rd, 2018

Prima spiaggia per cani a Lavagna. Ma i conti del Comune vanno male

Il Comune di Lavagna -nonostante un passivo pesantissimo di 5 milioni di euro (il Commissario prefettizio sta cercando di capire come agire)- ha decretato con un’ordinanza la disciplina delle attività di balneazione e dell’utilizzo degli arenili. L’articolo 7, in particolare, prevede la prima spiaggia per cani del Comune, che ha individuato allo scopo un tratto di arenile, delle dimensioni di circa mq 200 per ml 10 di fronte mare, nella spiaggia libera alla radice del pennello 3.

La spiaggia sarà attrezzata dall’Ente con ombreggianti, doccetta e ciotole per l’abbeveramento. L’accesso ai cani è consentito durante la stagione balneare (1 maggio/ 30 settembre) dalle ore 8.00 alle ore 19.30, nel numero massimo di 10 alla volta. Gli animali devono essere muniti di certificato di iscrizione canina e di documentazione sanitaria attestante l’effettuazione della profilassi vaccinale periodica contro le principali malattie infettive. L’accesso al mare è consentito, nello specchio acqueo antistante la spiaggia, a un numero massimo di 5 cani per volta; durante la permanenza in acqua dei cani deve essere assicurata la presenza del proprietario/conduttore per la relativa sorveglianza. In generale, il proprietario/conduttore è responsabile per il comportamento del proprio cane, deve assicurarne il benessere e rispettare le regole di igiene, pulizia e convivenza con gli altri bagnanti e animali.