Published On: Lun, Apr 28th, 2014

Primo Maggio o Primo Mangio? A Rapallo il commercio è una fabbrica da difendere

La festa dei Lavoratori a Rapallo sarà anche in un’occasione per trascorrere qualche ora all’aperto passeggiando sul lungomare di questa rinomata località turistica famosa in tutto il mondo. Questo perché avrà luogo la manifestazione Primo Mangio – una scampagnata al mare, dalle ore 11:00 del mattino in seguito, per tutta la giornata. Si tratta di un grande picnic sul mare, con tanto di tovaglie a quadrettoni, il tutto a cura dei ristoranti rapallini, i quali proporranno i prodotti enogastronomici tipici di questa giornata e della Riviera ligure: fave, formaggio, vino bianco, focaccia e molto altro.

A rendere il clima più allegro e festoso, ci penseranno le varie postazioni di musica che accontenteranno un po’ tutte le fasce d’età con generi che andranno dal liscio al latino-americano. Infine, per i patiti dello shopping, la notizia del giorno riguarda il “First Minute”: non solo i negozi resteranno aperti, ma ci saranno sconti sulle nuove collezioni.

Per un paese che vive principalmente di turismo, è un modo corretto di giocare le proprie carte e offrire qualcosa di nuovo all’interno della tradizione del Primo maggio, che prevede una gita “fuori porta”, ma al mare, oltre a una attenta riflessione sui diritti dei lavoratori.

A Rapallo infatti il tema da risolvere, più che il rilancio del turismo (visto che i dati sui ponti del 25 aprile e di Pasqua sono positivi), il problema del rilancio del commercio, soprattutto in una Riviera di Levante in cui le boutiques e i negozi del Made in Italy soffrono per una lunga serie di problemi: a) il calo degli acquisti successivo alla crisi; b) le tasse che restano tra le più alte al mondo (nonostante il Commissario straordinario abbia ridotto la Tares); c) per il caro degli affitti dei locali (troppo alto in tempi di vacche magre); d) per la presenza dell’outlet ShopInn di Brugnato che può tuttavia essere un occasione per ripensare e rilanciare il ruolo delle boutiques specializzate nel dernier cri della moda italiana. Insomma a Rapallo è il commercio (col turismo) la vera fabbrica dei lavoratori.

In questo quadro, la proposta del Primo maggio sul lungomare di Rapallo è un’idea vincente, in attesa di nuove conferme di un rilancio positivo e rapido. Ciò è vero, nonostante le critiche mosse dalla sinistra del candidato sindaco Andrea Carannante, il quale ha parlato del “tentativo di ridicolizzare  i lavoratori della nostra città con una manifestazione che vuole trasformare la giornata in una festa dello shopping e del consumismo“.  Le osservazioni di Carannante sono giuste, ma un poco sacralizzanti: ciò che deve contare è il rilancio del commercio, per evitare altri licenziamenti di commesse e commessi.

(Testo inviatoci da Veronica Corno)
ascom primo mangio

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>