Published On: Sab, Apr 19th, 2014

Primo Maggio senza bus. Levaggi prova a chiedere una deroga

Il Sindaco di Chiavari Roberto Levaggi, come preannunciato qualche giorno fa, ha scritto ufficialmente al Presidente dell’ATP Enzo Sivori per chiedere di trovare una soluzione al fine di ripristinare i servizi di linea in occasione delle festività del 1° maggio. Nella lettera il Sindaco evidenzia la  criticità dovuta alla forte affluenza turistica  prevista tra i “ponti” di domenica 20 aprile e domenica 3 maggio, che vedranno un gran numero di persone raggiungere le località turistiche servendosi dei bus.

“Il turismo per il Tigullio è linfa vitale” – dichiara Levaggi, che aggiunge: “In questo particolare momento sia il settore del commercio sia il settore alberghiero hanno bisogno di sostegno anche da parte di chi eroga servizi”.

Il Sindaco ricorda poi l’inaugurazione del nuovo ponte di Carasco che rende nuovamente fruibile la viabilità e consentirà di ripristinare al meglio il collegamento dei comuni costieri con l’entroterra.

Ma –ribadiamo su Tigullio News– ATP andava commissariata, anche perché, oltre alla disorganizzazione del servizio, non è nemmeno in grado di garantire un numero di corse adeguato in tutte le domeniche dell’anno: estive, pasquali, invernali. Di norma la domenica viaggia la metà dei bus
Non si deve pertanto chiedere la deroga di un giorno, ma che l’azienda abbia per modello la metropolitana di Londra (*) (aperta per 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno, grazie alla riduzione di personale improduttivo), e non i musei italiani o i musei del pianeta Giove (che -ci dicono- non sono mai aperti). …”Straziami ma di fondi saziami”…

(*) A Londra, dove c’è la migliore metropolitana del mondo (un miliardo di biglietti all’anno, 402 km. di lunghezza), nel 2018 sarà inaugurata la nuova linea di super metro, lunga 118 km. e dal costo di 18 miliardi, con una stazione sotterranea grande quanto 3 campi da calcio. Tutti i cittadini premono perché la Crossrail (così si chiama la nuova linea che servirà 200 milioni di passeggeri all’anno) passi sotto casa loro: l’esatto contrario di ciò che avviene in Italia, dove per fare un’opera ci vogliono secoli (la Gronda di Ponente a Genova, la Salerno-Reggio Calabria) con millenni di ricorsi al TAR e processi vari.
drone

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>