Published On: Lun, Mag 8th, 2017

Pro Recco: dopo 73 vittorie consecutive (!) arriva una sconfitta

Si ferma a Brescia la striscia di 73 vittorie consecutive in campionato della Pro Recco: alla Mompiano, Tempesti e compagni capitolano 7-6.  Sconfitta indolore visto che i biancocelesti hanno già staccato il pass per le semifinali scudetto.

Un attacco influenzale blocca Mandic, miglior marcatore della squadra. I padroni di casa sfondano a metà tempo con Christian Presciutti, bravo a capitalizzare l’espulsione di Echenique. Vantaggio che dura lo spazio di un’azione: Figlioli delizia la Mompiano con una palombella magistrale e fa 1-1. Passano 25 secondi e l’alzo e tiro di Christian Presciutti riporta il Brescia davanti. Ci pensa Aicardi a sfruttare la seconda superiorità numerica per il 2-2 che chiude il primo parziale.

Trascorrono 130 secondi e Bertoli, con l’uomo in più, non lascia scampo a Tempesti per il terzo sorpasso lombardo. La Pro Recco è imprecisa e sbatte su Del Lungo, così  il Brescia ne approfitta e si porta sul +2 grazie a Muslim che a 40 secondi dal cambio campo fa esplodere la Mompiano.

53 secondi dal via e Tempesti tiene a galla i biancocelesti respingendo il rigore di Christian Presciutti. La squadra di Vujasinovic reagisce e accorcia con Sukno da posizione 2. Pari Pro Recco che si materializza con la seconda personale di Figlioli in situazione di superiorità: quando mancano 8 minuti alla fine le due formazioni sono sul 4-4.

Brescia ancora sopra dopo 1.35 con Guerrato che infila Tempesti da 7 metri. Un minuto ed ecco il pari sull’asse Figlioli-Fondelli: il numero 5 supera Del Lungo da posizione centrale con un bolide che tocca la traversa ed entra in porta. I padroni di casa sfruttano una doppia superiorità con Christian Presciutti a 1 minuto e venti dal termine. Dall’altra parte il tiro di Sukno si infrange sulla traversa. A venti secondi dalla fine il Brescia chiude la gara: un controfallo fischiato alla Pro Recco permette a Christian Presciutti di involarsi di fronte a Tempesti e siglare il 7-5. Riccitelli espelle Tempesti e Vujasinovic, il gol di Ivovic, a 3 dalla fine, vale solo per le statistiche.