Published On: Ven, Apr 14th, 2017

Procura di Genova: Cassimatis non fu diffamata da Grillo e Di Battista

La Procura della Repubblica di Genova ha richiesto l’archiviazione della querela per diffamazione fatta da Marika Cassimatis contro Beppe Grillo e il deputato 5S Alessandro Di Battista.

Anche se la Cassimatis potrà ricorrere avverso la richiesta, ma non dovrebbero esserci altri sviluppi, dopo i riscontri fatti dal gruppo del sostituto procuratore Walter Cotugno.
Gli atti infatti sono pubblici: nel post pubblicato sul blog di Beppe Grillo la decisione di annullare la scelta della Cassimatis era così giustificata: “in qualità di garante del Movimento 5 Stelle, al fine di tutelarne l’immagine e preservarne i valori e i princìpi, ho deciso, nel pieno rispetto del nostro metodo, di non concedere l’utilizzo del simbolo alla lista di Genova con candidata sindaco Marika Cassimatis” perché membri della lista Cassimatis “hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l’immagine del Movimento”.
Rispetto  alla partecipazione di M5S alle elezioni comunali di Genova, non ci sono spiragli. Al momento, l’unica titolata a presentarsi, e col simbolo del movimento che comunque sia la ha rigettata, è la Cassimatis, la quale insiste a voler presentarsi con quel simbolo. Si prevedono ricorsi e rinvii per evitare che colei che è divenuta una spina nel fianco dei 5S, si presenti al voto come candidata sindaca per quel movimento.