Published On: Mer, Feb 15th, 2017

Progetti culturali per Cantero e Tribunale: chiesti 6 milioni al ministero

Chiavari ha bisogno di dare un orizzonte preciso e una connotazione nuova al suo centro storico. In particolare per quanto riguarda il teatro Cantero, che può e deve essere rilanciato, e  il palazzo del vecchio tribunale di piazza Mazzini, per il quale già Getto Viarengo aveva proposto una destinazione museale e culturale.
Sarà complicato ristrutturare due edifici di grande valore storico e architettonico, ma anche più difficoltoso individuare utilizzi di questi imponenti spazi coordinati e coesi, nonché incisivi -non solo localmente- ed  economicamente positivi (la cultura deve produrre utili e deve rivestire il ruolo di motore per le scuole, il turismo e l’indotto). Sarà anche importante ripensare la città anche nei suoi percorsi turistici, soprattutto tra la zona costiera di Preli e Zoagli, dal gruppo del Sale al sentiero per il Santuario delle Grazie etc.
Sono temi importanti e decisivi per il prossimo sindaco, sia esso Levaggi, sindaco attuale, oppure uno dei candidati dell’opposizione.
Di questo si è parlato nel corso di un incontro a Roma, tra il Sindaco di Chiavari Roberto Levaggi e il vice sindaco Sandro Garibaldi e  il Sottosegretario On. Dorina Bianchi, presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Ad accompagnare la delegazione anche il Coordinatore regionale per la Liguria del Nuovo Centrodestra, Gino Garibaldi, e il gestore del Teatro Cantero di Chiavari, Pier Enrico Dall’Orso. Scopo della visita era avviare le pratiche per richiedere finanziamenti, ministeriali ed europei per portare a Chiavari sempre più cultura, e completare o avviare alcuni importanti progetti.

Così dichiarano il sindaco Roberto Levaggi e il vice sindaco Sandro Garibaldi: “Abbiamo iniziato un percorso molto importante e positivo per richiedere un finanziamento complessivo tra i cinque e i sei milioni di euro da investire per la cultura, tra Palazzo Rocca, il Teatro Cantero, il Vecchio Tribunale e la zona di Santa Caterina che collega Via Sant’Antonio con Piazza dei Bastioni. Il Cantero infatti, essendo vincolato dalla Soprintendenza, può accedere ai finanziamenti pubblici. L’iter per ottenere i fondi andrà avanti con il parere della Regione, ma intanto siamo già soddisfatti per l’incontro con il Sottosegretario, che ha dimostrato di apprezzare molto le nostre idee e i nostri progetti. La stessa On. Dorina Bianchi ci ha assicurato la sua presenza a Chiavari nel mese di marzo con l’Architetto Francesco Scoppola, responsabile ministeriale per le Belle Arti ed il Paesaggio, per visionare personalmente i progetti che abbiamo illustrato”.