Published On: Ven, Mar 17th, 2017

Progetto “I Segni della Guerra”, proroga al bando: i cittadini potranno consegnare materiali storici fino al 31/12/2017

Si estendono i termini per la partecipazione al progetto I segni della guerra – Rapallo nel primo conflitto mondiale, iniziativa promossa dalla Prefettura e dall’Amministrazione rapallese per raccogliere indizi della memoria storica rapallese risalenti al periodo della Grande Guerra. L’iniziativa, coordinata dal prof. Carlo Stiaccini, docente e ricercatore presso l’Università di Genova, ha già visto restaurate le carte dell’archivio storico comunale, ma per il grosso del lavoro di raccolta il Comune si è rivolto ai cittadini, cui è stata fatta richiesta di presentare eventuali documenti storici in loro possesso – lettere dal fronte, fotografie, stampe, illustrazioni – che possano essere scannerizzati e aggiunti (in copia) all’archivio.

L’obiettivo è la realizzazione di un catalogo permanente, già battezzato “ArchiMeRa” (Archivio della Memoria di Rapallo), cui gli studenti rapallesi e non solo possano attingere a fini di ricerca o anche solo per la curiosità di riscoprire un periodo della storia cittadina che si fa via via sempre più remoto. E gli stessi studenti degli istituti comunali saranno coinvolti in prima persona nel lavoro di catalogazione, che proseguirà per tutto il 2017 e oltre fino all’apertura dell’Archivio nel 2018.

Il termine originale per la consegna di materiali da parte della cittadinanza era scaduto lo scorso 28 febbraio, ma il Comune dà ora notizia di una proroga ufficiale al bando fino al 31 dicembre 2017. Il materiale può essere consegnato per la catalogazione presso la Biblioteca Internazionale di Villa Tigullio, ogni mercoledì dalle ore 14 alle 18.