Published On: Mar, Mar 5th, 2019

Promozione del made in Liguria a Berlino. Ma non ci sono aerei da Stoccolma a Genova, solo a Nizza o Pisa

E’ come avviene a Roma (col governo ciabattante sulla TAV) e in tutta Italia, dove si ignora il valore fondamentale che hanno le infrastrutture per migliorare economia e -ovviamente- il turismo. Per esempio, il turismo scandinavo è in crescita in Liguria, ma da Malmoe o Goteborg e Stoccolma non ci sono voli diretti per Genova. I poveri vichinghi devono così atterrare a Nizza o a Pisa (a seconda della città da dove partono), il che non è affatto il massimo.
Quindi, prima e più della promozione, la Liguria deve investire sulle infrastrutture, a partire dall’aereo. Se Genova deve restare così come è, senza crescere (potrebbe, con una linea TAV per Milano?), si facciano almeno delle connessioni veloci per gli aeroporti internazionali di Nizza e Pisa, via treno, o bus.

Prosegue la campagna di valorizzazione della Liguria sui mercati esteri. Con la regia dell’Agenzia “In Liguria” l’offerta del turismo made in Liguria sarà a Berlino, dal 6 al 10 marzo, in occasione dell’ITB, la più importante Fiera del Turismo per il mercato tedesco e una delle maggiori al mondo. Dopo il successo ottenuto alla Bit di Milano, questa volta si torna nel Paese che tradizionalmente rappresenta un punto di forza nelle presenze di turisti stranieri. Con uno stand dedicato all’interno dell’area Enit e soprattutto con la presenza di ben 10 operatori, l’Agenzia “In Liguria” si conferma come il motore di una politica di promozione e valorizzazione che punta soprattutto a fare incontrare domanda e offerta, oltre che a presentare il prodotto turistico.

In quest’ottica va inquadrato l’evento di networking del 7 marzo, quando dalle ore 11 alle ore 13 la stampa specializzata e il mondo del trade sarà coinvolto nella narrazione del turismo Made in Liguria. «Abbiamo già raccolto molti frutti e persino le calamità naturali e non, che hanno colpito la Liguria, sono state uno stimolo per fare meglio. I dati ci confortano, ma sappiamo che la strada intrapresa va proseguita – dice l’assessore regionale Giovanni BerrinoIn questo 2019, l’anno dedicato al turismo “lento”, proviamo a mettere a tema questa risorsa. Trekking, sentieristica, scoperta dei borghi dell’entroterra e dei prodotti agroalimentari di nicchia, l’enogastronomia».

«Stiamo lavorando alla grande, insomma, e oggi già siamo qui a raccontare quello che faremo per un settore che considero importante per il futuro della Liguria. L’Agenzia In Liguria sta schiacciando alla grande sul pedale dell’acceleratore e questa primavera ci vedrà protagonisti con tre eventi del tutto innovativi, che vanno a coprire alcuni dei temi turisticamente più forti per la Liguria: il turismo attivo ed esperienziale, il turismo food & green e il turismo culturale» – conferma Pier Paolo Giampellegrini. Tra le proposte che verranno presentate a Berlino, non mancheranno i punti di forza del turismo ligure, che tradizionalmente piacciono ai tedeschi e ai turisti del Nord Europa: mare, food e cultura.

A Berlino saranno ArbaSpaa, Comune di Sanremo, Consorzio Portofino Coast, Framura Turismo, Italian Plus Travel & Event, Liguria Togheter, Loano2Village, Melia Genova, Miramare the Palace Resort, West Liguria.  

In realtà, la TAV To-Lione connette non solo le merci, ma anche i passeggeri, e non solo da Lisbona o Parigi con l’Italia, ma anche da Londra (e Glasgow)