Published On: Lun, Gen 2nd, 2017

Prorogato bando su prevenzione alluvioni. Contributi a fondo perduto

E’ stato prorogato fino al 28/2/2017 il bando a favore della prevenzione di eventi alluvionali.
Gli investimenti oggetto del bando devono riguardare unità locali, ubicate sul territorio della Regione Liguria.

1. Sono considerati ammissibili investimenti finalizzati alla dotazione di sistemi tecnologici (dispositivi e/o impianti) di auto protezione in caso di alluvione.
2. Sono ammissibili le spese riferite a iniziative avviate a far data dal 01/12/2014 purché non concluse.
3. Gli investimenti devono essere completati entro 6 mesi dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione.
4. L’avvio e la conclusione del programma di investimento coincidono rispettivamente con la data del primo e dell’ultimo titolo di spesa ammesso ad agevolazione.
5. L’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore ad euro 2.500,00 e superiore a 40.000,00 euro. 
6. Tutti i titoli di spesa dovranno essere intestati al soggetto richiedente.

1. Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:
a) Acquisto di attrezzature anti allagamento, sistemi di contenimento e mitigazione delle acque, di auto protezione, nuovi di fabbrica;
b) Opere edili, strettamente funzionali alla posa in opera e all’installazione dei sistemi di auto protezione, contenimento e mitigazione delle acque di cui alla precedente lettera a;
c) Oneri tecnici quali dichiarazione del tecnico di cui al punto 8 e) del  bando, progettazione, direzione lavori e collaudo dell’impianto nel limite massimo del 10% del costo ammissibile dell’intervento;
2. Sono ammissibili i preventivi e i titoli di spesa di cui alle precedenti lettere a) e b) nei quali l’importo imponibile dei beni per i quali si richiede l’agevolazione sia almeno pari a 500,00 Euro;
3. Per tutte le spese è sempre escluso l’ammontare relativo all’I.V.A. e a qualsiasi onere accessorio fiscale o finanziario.

A.  un contributo a fondo perduto nella misura del 50% dell’investimento ammissibile per i soggetti che non hanno subìto danni segnalati alla Camera di Commercio competente secondo la procedura per il rilevamento del danno occorso, a seguito di precedenti eventi atmosferici eccezionali occorsi;

B.  un contributo a fondo perduto nella misura del 60% dell’investimento ammissibile per i soggetti che  hanno subìto danni segnalati alla Camera di Commercio competente secondo la procedura per il rilevamento del danno occorso, a seguito di un precedente evento atmosferico eccezionale occorso;

C.  un contributo a fondo perduto nella misura dell’ 80% dell’investimento ammissibile per i soggetti che  hanno subìto danni segnalati alla Camera di Commercio competente secondo la procedura per il rilevamento del danno occorso, a seguito di più eventi atmosferici eccezionali occorsi. 

Le pratiche potranno essere presentate entro fine febbraio.  Ogni azienda dovra’ avere la firma digitale per firmare la pratica.