Published On: Gio, Mar 30th, 2017

Prove di governo a Chiavari: Giorgia Meloni, Salvini e Toti con Levaggi

Il trio Meloni-Salvini-Toti fa un altro passo avanti a Chiavari, in sostegno del sindaco Levaggi (Forza Italia), che si ricandida per il secondo mandato alle elezioni amministrative 2017 a Chiavari.
Sono prove di governo nazionale, visto che il raggruppamento di centrodestra (alla cui guida al momento potrebbe figurare Toti), se supera il freno a mano tirato finora da Berlusconi, è accreditato di poter vincere le elezioni politiche del 2018, visti i problemi interni di PD e M5S.

Toti e i due leader di partito avevano appena presentato a Genova il candidato sindaco unitario Marco Bucci, “condannato” a vincere in un feudo rosso che appare in difficoltà, e dove i Cinque Stelle restano bloccati da scontri interni e da una cultura politica da chiarire (vale quella della Cassimatis, che è a sinistra di Bersani, o quella del candidato ufficiale, da lei accusato di essere per le indispensabili opere pubbliche necessarie alla Liguria?).
A Chiavari i tre leader hanno sbancato: per il loro modello di centrodestra è stato un trionfo di folla, e tra questa figuravano leader storici come l’ex governatore ligure Biasotti, l’ex ministro Ignazio La Russa -che con la famiglia è “sempre innamorato di Zoagli“-, per non parlare di assessori regionali anziani (Plinio) e giovani (Rixi).
Ma Chiavari non è un “esperimento -dice il sindaco LevaggiQui abbiamo già governato unitariamente. Stiamo cambiando la Liguria, speriamo che il nostro vento tocchi anche Genova perché Chiavari ne avrebbe solo da guadagnare.”
E Toti lo appoggia: “Levaggi ha lavorato bene ed è un sindaco competente che ha dimostrato come si deve guidare una città. Siamo contenti del fatto che si ripresenti, e lo sosteniamo con forza, anche perché rappresenta il modello Liguria che governa la Regione, che ha conquistato Savona e che ora vogliamo portare a Genova e La Spezia e ovviamente confermare a Chiavari“.

Salvini (il più applaudito dalla folla, inclusa un’immigrata -vedi foto di Franco Bolzoni in esclusiva per Tigullio News) ha toccato le sue note centrali: “Voglio una Chiavari dove lavorino i chiavaresi, dove i residenti vengano prima di tutti gli altri, dove il commercio sia forte, dove le spiagge siano gestite da persone del posto. Il sindaco ha lavorato in questa direzione e per questo deve poter andare avanti. Chiavari ha affrontato con risultati il tema della lotta al dissesto idrogeologico, a differenza di Genova. Siamo con Levaggi e speriamo di vederlo vincere già al primo turno“.
Sulle presenze mafiose a Lavagna, Salvini ha detto di augurarsi nell’interesse dei cittadini che “La situazione venga risolta al più presto possibile”. Sulle prospettive: “L’onestà è valore fondamentale, ma da sola non basta”.

Anche Giorgia Meloni è in sintonia: “La sicurezza è un tema fondamentale, e Levaggi l’ha messo tra i primi punti del programma. Sogno città su misura d’uomo, e Chiavari dimostra che non è soltanto un sogno“.
Il governatore ligure Toti, a una domanda rivoltagli da Tigullio News sul tema del liberalismo (l’araba fenice delle riforme liberali di cui tutti parlano e tutti fucilano) ha così risposto: “In Liguria lo stiamo attuando”.
-E in un eventuale governo nazionale?-
“Per ora pensiamo alle Amministrative”.