Published On: Ven, Feb 17th, 2012

Punta Manara: in arrivo boe a impatto zero per la tutela di posidonia e balneazione

SESTRI LEVANTE. In arrivo un numero contenuto di boe a tutela del Sic e della balneazione. La Direttiva 92/43/Cee aveva individuato Punta Manara come sito di importanza comunitaria, una zona da proteggere per la sua biodiversità. Luigi Sartor, pescatore professionista e consigliere comunale di maggioranza, da anni si batte per la tutela delle praterie di posidonia, presenti in questo sito di pregio naturalistico e che nel periodo estivo vengono danneggiate dall’ancoraggio selvaggio dei natanti. “Fortunatamente verrà installato solo un numero esiguo di boe a delimitazione del Sic – spiega Sartor – e come l’anno scorso ne saranno collocate altre sei per delimitare la balneazione”. Sarà così attuato un piano per limitare il numero di ormeggi, potenziando l’ampliamento della zona di balneazione con acque più pulite e meno trafficate. L’anno scorso le due spiaggette che precedono la “punta” erano state rese balneabili: la distanza in mare di 200 metri rispetto ad esse coincide con quella stabilita dagli ormeggi preposti a delimitare la zona. L’ individuazione del Sic non andrà ad ostacolare la piccola pesca ne la navigazione nello specchio acqueo in cui si congiungono Riva Trigoso e Sestri Levante: “l’importante sarà rispettare la distanza di 200 o 250 metri circa dalla costa  – prosegue il pescatore – ma all’interno della linea immaginaria tracciata dalle boe potranno ancorare solo barche di dimensioni inferiori ai cinque metri”. Il ringraziamento di Sartor va in particolare alle capitanerie di Sestri Levante, Santa Margherita Ligure e Genova: “è solo grazie a loro che si è bloccato sul nascere quello che inizialmente non era un progetto pensato solo ed esclusivamente per proteggere il Sic di Punta Manara”. Un grande risultato per Riva Trigoso, che va a sommarsi alll’abbattimento del Cantierino in vista della prossima riqualificazione del fronte mare: “peccato che questa vittoria venga offuscata dalla delibera regionale che darà seguito all’ampliamento della caserma della Guardia di finanza (v. questo articolo)  – conclude Sartor – gli sforzi compiuti per migliorare la qualità dell’area verranno in gran parte vanificati da questo intervento”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>