Published On: Lun, Apr 2nd, 2012

Quando il pesce d’aprile diventa sarcasmo elettorale

Share This
Tags

RAPALLO. Ieri, primo aprile, era il giorno notoriamente dedicato agli scherzi e così, in piena campagna elettorale, alcuni componenti delle liste che sostengono il candidato sindaco Giorgio Costa hanno pensato di sfruttare la ricorrenza per distribuire ai passanti di Via Mameli succulenti pere recanti un’ironica etichetta: “premiata ditta Campodonico & Mustorgi”.

“Si tratta di un preludio in vista di quanto potrà accadere lungo la strada nei prossimi anni a seguito della decisione dell’attuale amministrazione comunale di eliminare numerosi parcheggi per piantare alberi che in futuro permetteranno di raccogliere il gustoso frutto – spiegano i candidati – peccato che, visto l’inquinamento imperante a causa del traffico, a mangiare tali frutti si correrà il rischio di finire in ospedale“.

Tre varietà di pere per tre distinti personaggi politici locali: al Sindaco uscente Mentore Campodonico è stata assegnata la qualità “Abate”, all’Assessore ai Lavori pubblici Fabio Mustorgi la varietà “Kaiser”, mentre per la presidente Ascom Elisabetta Lai è stata scelta la qualità “Coscia”.

Infine un dettaglio curioso: tra i più attivi nel consegnare le pere, e non poteva essere altrimenti, il candidato consigliere Silvano Mele.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>