Published On: Gio, Gen 21st, 2016

Querelato per diffamazione da Mediaterraneo Servizi il consigliere di opposizione Marco Conti

Anche Sestri Levante, nel suo piccolo, si inc.za.  Come già prevedibile da tempo, è arrivata l’ora delle querele tra Mediaterraneo e il consigliere Marco Conti. La questione riguarda l’affidamento alla società Emporio di alcuni spazi nel complesso dell’ex convento dell’Annunziata, ma più in generale sono stati diversi in questi mesi i “punti di attrito” tra il consigliere storicamente vicino a Forza Italia e la maggioranza del Comune di Sestri Levante, di area Pd. Si prevedono nuove polemiche, da aggiungere nell’infinito più che einsteiniano della politica mugugnile. Più in concreto, si spera che la questione -tecnica- venga risolta al più presto e nel modo migliore dalla magistratura.

Di seguito il Comunicato stampa di Mediaterraneo Servizi srl, inviato dal direttore Marcello Massucco. Più sotto l’ultima nota rilasciata dal consigliere Marco Conti) in merito alla vexata quaestio (=molto sfrucugliata questione).

Mediaterraneo – in seguito alle odierne dichiarazioni di un consigliere comunale – comunica quanto segue:

  1. La società Emporio è stata esclusa dalla procedura di selezione dei catering indetta da Mediaterraneo per gli eventi dal 2016 in avanti (strano modo di agevolare un’azienda che si sostiene essere nostra “protetta”), in quanto Emporio aveva indicato come “centro cottura“ permanente lo spazio in locazione all’Annunziata, destinazione d’uso vietata dal contratto stipulato con Mediaterraneo. La stessa convenzione, così come il progetto Terragir, permette ed incentiva viceversa la possibilità di svolgere servizi di catering “a km zero” in via occasionale: attività per cui Emporio ha i requisiti prescritti dalla legge.
  2. Mediaterraneo inoltre non ha ricevuto alcuna comunicazione da ASL-4 e non ha quindi espresso alcuna opposizione all’accesso ai documenti richiesti, così come “immaginato” dal consigliere nell’odierno comunicato stampa. I documenti in nostro possesso invece – richiesti dal consigliere lo scorso settembre – sono stati prodotti nel giro di poche ore, a riprova dell’assoluta trasparenza del procedimento. Dai documenti trasmessi, si evince chiaramente l’assoluta liceità del progetto Terragir che ha come capofila Regione Liguria.

Preso quindi atto delle reiterate illazioni a mezzo stampa che raffigurano in modo falso la condotta di Mediaterraneo, configurando a più riprese una sorta di “pactum sceleris” al fine di utilizzare la Società pubblica per soddisfare illecitamente interessi privati; e considerato tali affermazioni gravemente lesive e diffamatorie della Società comunale, l’Amministratore di Mediaterraneo ha depositato presso la Procura della Repubblica di Genova una denuncia-querela penale nei confronti del consigliere Marco Conti; costituendo nel contempo la Società come parte civile per il risarcimento del danno economico e d’immagine subito.
Mediaterraneo Servizi srl

Ecco la nota inviata ieri dal consigliere Marco Conti (Popolo per Sestri):

Marco Conti (Popolo per Sestri): operazione Vetrina dei Sapori/Tapullo all’ Annunziata, l’ ASL 4 avvia accertamenti, ma i responsabili si oppongono all’ accesso di tale documentazione da parte di un Consigliere Comunale. Qualcosa da nascondere?

Era il 21 ottobre 2015 quando presentai un formale esposto – indirizzato a Procura della Repubblica e Corte dei Conti, Guardia di Finanza e ASL 4 Chiavarese –  sul progetto “vetrina dei sapori”, così tanto sbandierato da Mediaterraneo Servizi.

Il progetto aveva ricevuto finanziamenti dalla Regione pari a € 30.900 e un prestigioso spazio pubblico di mq 100 nel convento dell’ Annunziata a € 500,00 mensili. Nelle intenzioni l’obiettivo era la valorizzazione delle produzioni rurali di eccellenza ma, nei fatti, si è dimostrata un’ attività commerciale dedita alla vendita e alla somministrazione di bevande e alimenti.

Insomma, un chiaro esempio di concorrenza sleale (con la complicità del Comune di Sestri Levante) ai danni degli operatori commerciali della città, già vessati da un’ alta tassazione e da canoni di affitto che nel centro storico sono superiori ai € 2.000,00 mensili! Tra l’ altro si configurerebbe anche un danno erariale visto che l’ osservatorio immobiliare dell’ Agenzia delle Entrate prevederebbe un canone che si aggira intorno a € 2.500,00 mensili!
La presenza della politica si fa sentire in quanto sono coinvolti un cugino di un assessore e un candidato della lista civica del Sindaco “La Sestri che vogliamo”.

Inoltre in occasione del congresso sulla Cannabis, svoltosi all’ Annunziata il 18 settembre 2015, sembrerebbe che il servizio di catering sia stato svolto da una società, la Emporio Sas che tra l’ altro svolge l’ attività di gestione del progetto “Accademia dei Sapori”, senza averne i requisiti visto che era stata esclusa dalla Mediaterraneo Servizi nella procedura per l’ affidamento dei relativi servizi.

Il tutto è testimoniato dalle fotografie pubblicato sulla pagina facebook “Tapullo Shop&Taste”, il punto di vendita e di somministrazione legato alla “Vetrina dei Sapori”. Emporio Sas, Accademia dei Sapori e Tapullo rappresentano un tutt’uno, come risulta dalle visure camerali in mio possesso!

In data 1 dicembre 2015 ricevo una email da parte del Direttore della SC Sicurezza Alimentare dell’ ASL 4 che recita: “la informo che a seguito della segnalazione la scrivente ha attivato gli accertamenti  del caso, per quanto di competenza,volti alla verifica dell’effettuazione della registrazione presso i nostri archivi  ex. art. 6 del regolamento (CE) 852/2004 – da parte della Ditta in oggetto. Nel caso in cui Lei intendesse conoscere il contenuto di tali accertamenti, sarà necessario inoltrare istanza formale […] per completezza di informazione, si rende noto che ai sensi dell’articolo 23 del suddetto regolamento l’Azienda è tenuta a dare comunicazione ai controinteressati […[ entro dieci giorni dalla ricezione della comunicazione, i controinteressati possono presentare una motivata opposizione, anche per via telematica, alla richiesta di accesso”.

Il 2 dicembre 2015 presento una formale istanza e in data odierna il Direttore della SC Sicurezza Alimentare mi risponde che la controparte – immagino la triade Mediaterraneo Servizi, Accademia dei Sapori ed Emporio Sa – ha espresso opposizione all’ accesso a tale documentazione da parte mia….

Considerata la reazione appare evidente l’ ASL ha rilevato qualcosa che non va e dalla lettera lo si intuisce benissimo….per questo motivo hanno opposto il diniego….alla faccia della trasparenza! Se tutto fosse stato regolare l’ Amministratore unico di Mediaterraneo Servizi lo avrebbe gridato ai quattro venti ma così non è stato. Ancora una volta i fatti danno dato ragione al sottoscritto .
In allegato copia della lettera dell’ ASL 4 e dell’ esposto datato 21 ottobre 2015
Marco Conti

Marco Conti

Il consigliere Marco Conti

marcello massucco responsabile turismo pd tigullio

Marcello Massucco (Mediaterraneo Servizi)

Displaying 8 Comments
Have Your Say
  1. Giuppino ha detto:

    X Sig. Conti

    Se ha scritto tanto meglio.
    Sulla mia prima domanda però ha preferito non rispondere e come si dice il silenzio vale più di 100 parole.
    In consiglio abbiamo Benvenuto che sembra della giunta, i 5 stelle vanno in tutte le direzioni e poi lei ed altri idem come per i 5 stelle. “Vantaggi” per i cittadini che non hanno votato PD? Nessuno!

  2. Marco Conti ha detto:

    Caro Giuppino, infatti ho sempre segnalato il tutto agli enti competenti. Se vuole copia della documentazione non ha che da scrivermi cons.marcoconti@gmail.com

  3. Giuppino ha detto:

    gentile Sig. Marco Conti,

    Spero possa rispondermi.
    Perchè l opposizione non si muove tutta in un’unica direzione? Vedo una grossa spaccatura proprio nella opposizione e di questo gli unici a trarne beneficio son proprio quelli della giunta che sembra facciano il bello è cattivo tempo dai fatti da lei denunciati. Anzichè “subire” una querela, non era il caso di scrivere agli enti preposti (procura e corte dei conti) ?
    Saluti

  4. L'ase ha detto:

    E se la querela si ribaltasse verso colui o coloro che l’hanno fatta? Poveri soldi dei cittadini è come metterli in certe banche!

  5. Marco Conti ha detto:

    Beh Sestrino64 (o forse piddino64) è la Procura della Repubblica che valuta gli estremi della querela non il signor Amministratore Unico. Evidentemente il controllo sugli atti amministrativi dà fastidio e molto…
    Facile presentare querele (o presunte tali) con i soldi dei cittadini.
    Buona giornata e stai sereno

  6. sestrino64 ha detto:

    finalmente dopo tutto il fango che getta addosso si è beccato una querela….era ora!

  7. Marco Conti ha detto:

    Vietato criticare, Vietato indagare, Vietato fare opposizione!

  8. Gatto nero ha detto:

    Finalmente vedremo chi ha ragione dei due. Certo che dare l’area Mediaterraneo per un tozzo di pane,quando sappiamo bene cosa prendono i padroni degli immobili ubicati nelle immmmediate vicinanze!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>